Al culmine dell’ennesima lite, l’uomo avrebbe aggredito la compagna con calci e pugni. L’episodio è costato alla donna 4 giorni di prognosi per contusioni varie

Nella serata di ieri, i Carabinieri della Tenenza di Cattolica hanno dato esecuzione ad una ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dalla locale Procura della Repubblica su richiesta del Sost. Proc. Annadomenica Gallucci, nei confronti di un uomo, brasiliano classe ’88 da tempo residente a Cattolica, pregiudicato, ritenuto responsabile del reato di maltrattamenti ed atti persecutori nei confronti della propria ex convivente e fidanzata.

Per quanto ricostruito dai carabinieri cattolichini a seguito della denuncia sporta dalla donna, sarebbero numerosi gli episodi di maltrattamenti ed umiliazioni di cui l’uomo si sarebbe reso protagonista per via di un’ossessiva gelosia. In particolare, al culmine dell’ennesima lite, l’uomo, lo scorso 21 settembre, avrebbe aggredito la donna con calci e pugni, costringendola a farsi medicare dal locale pronto soccorso. L’episodio, costato alla donna 4 giorni di prognosi per contusioni varie, era culminato nel più imprevedibile dei modi: dopo l’aggressione, infatti, il 34enne avrebbe sottratto la borsa alla donna derubandola di alcuni effetti personali per poi sparire.

Adesso, per l’ex geloso si sono aperte le porte del carcere di Rimini, ove rimarrà in attesa del rituale interrogatorio di garanzia.