Comune di Misano Adriatico (foto di repertorio)

Il pacchetto di misure illustrato alle associazioni di categoria

L’amministrazione comunale di Misano Adriatico ha incontrato le associazioni di categoria per illustrare una serie di misure a favore di famiglie, imprese e associazioni sportive che saranno regolamentate da appositi bandi nei prossimi giorni. Si tratta del pacchetto di aiuti al quale sono destinati i 506 mila euro, derivanti dai fondi riconosciuti ai Comuni della zona rossa e in parte da risorse comunali, già previsti nel bilancio di previsione approvato lo scorso dicembre.

Per il sostegno alla famiglia il pacchetto, di importo complessivo pari a 250 mila euro, si traduce in aiuti per il pagamento delle rette scolastiche, l’acquisto di tablet, contributo per l’affitto e riduzione della Tari, a cui saranno destinati 60.000 mila euro delle risorse.

Venticinquemila euro saranno impiegati per il sostegno alle associazioni sportive del territorio, la cui preziosa funzione è stata messa a dura prova dalla situazione che si sta protraendo da diversi mesi.

Per le imprese è previsto un contributo per la riduzione della tassa sui rifiuti. L’importo varierà dal 5 al 20 per cento della quota fissa in bolletta e sarà distribuito attraverso apposito bando. Si andrà dal 5 per cento per le attività alimentari al 10 per cento applicato per la ristorazione stagionale, dal 20 per cento previsto per la ristorazione annuale, al 15 per cento degli alberghi e al 20 per cento per le attività di tipo commerciale.

“Abbiamo deciso di utilizzare i fondi riconosciuti per i Comuni della zona rossa destinandoli completamente per forme di aiuto – spiega il sindaco Fabrizio Piccioni – e in aggiunta abbiamo utilizzato risorse del nostro bilancio comunale, perché crediamo sia il modo più corretto di utilizzarle. Vogliamo stare vicini in maniera concreta alle persone, alle associazioni sportive e alle imprese del nostro territorio, in un periodo certamente non facile. Abbiamo scelto in particolar modo di attenuare l’impatto della Tari, con un aiuto sostanzioso che ammonta a oltre 300 mila euro, perché si tratta di una delle tasse più pesanti, che grava su tutti i cittadini e attività. Tale sconto va ad aggiungersi a quello già applicato da Atersir nella bolletta ricevuta recentemente”.