(Shutterstock.com)

Un 17enne ed un 16enne, entrambi della provincia di Rimini, lo scorso 23 agosto avevano aggredito e minacciato due turisti rubandogli una collana d’oro e la somma di 50 euro

All’alba di martedì, i carabinieri del N.O.R. della Compagnia di Riccione hanno eseguito un ordine di custodia cautelare emesso dal GIP del Tribunale per i minorenni di Bologna nei confronti di due giovanissimi, accusati di far parte di un gruppo di rapinatori.

In particolare, al termine di approfondite indagini, i carabinieri hanno accertato che i due arrestati, un 17enne ed un 16enne, entrambi della provincia di Rimini, lo scorso 23 agosto avevano messo a segno una rapina di una collana d’oro e della somma di 50 euro a danno di due turisti lombardi.

Quella notte, gli uomini dell’Arma sono accorsi in zona bagni 96 a Riccione, intorno all’ 01.30 a seguito della richiesta pervenuta dai due turisti diciottenni della Brianza, aggrediti e rapinati sotto minaccia di coltelli da un gruppo di nordafricani dileguatisi in direzione delle affollate vie del centro.

Grazie alla mirata azione preventiva condotta nella serata, i carabinieri erano riusciti a risalire subito all’identità di alcuni componenti del gruppo di rapinatori, controllati poco prima all’altezza del bagno 80. Due di questi, classe 00 e 01, erano stati rintracciati lungo il porto canale al termine di una ininterrotta ricerca e dichiarati in arresto per poi essere condotti presso il carcere di Rimini, così come disposto dal Sostituto Procuratore Davide Ercolani.

Quindi gli investigatori hanno sviluppato gli elementi indiziari acquisiti e tramite il monitoraggio degli impianti di videosorveglianza della città, sono riusciti ad arrivare all’identificazione dei due minori, su cui la competente Procura ha rapidamente chiuso il cerchio, richiedendo a loro carico l’emissione di un adeguato provvedimento cautelare.

Oggi, al termine delle formalità di rito, il diciassettenne è stato affidato ai servizi minorili giudiziari e tradotto in comunità mentre il sedicenne è stato sottoposto alla permanenza domiciliare.