Dal 29 marzo all’1 aprile i tornei Romagna Super Cup di calcio e Mirabilandia Cup di basket. La cerimonia di apertura allo stadio Italo Nicoletti. L’assessore Imola:“Un evento sportivo senza precedenti per la nostra città”

Arrivano da tutte le regioni d’Italia, e anche dalla Svizzera e da San Marino, i 7.000 giovani calciatori e cestisti che si danno appuntamento a Riccione, dal 29 marzo al 1 aprile, per partecipare alle prime edizioni di Pasqua dei tornei Romagna Super Cup di calcio e Mirabilandia Cup di pallacanestro, a cura di Centroeventi Tornei di Lanciano.

Per dare l’avvio alle quattro giornate di sport e divertimento si è svolta ieri mattina allo Stadio Nicoletti, la cerimonia di apertura dei tornei con tutte le squadre in campo accompagnate dai tecnici e dalle famiglie al seguito. Alla cerimonia ha partecipato l’assessore allo Sport del Comune di Riccione, Simone Imola, insieme alla sindaca Daniela Angelini: “A nome della città di Riccione do il benvenuto agli atleti, ai tecnici, agli organizzatori e alle famiglie al seguito per questo importante evento di sport, un appuntamento unico che, per la prima volta, vede insieme il calcio e il basket in un evento sportivo senza precedenti a Riccione”.

Il torneo di calcio Romagna Super Cup è dedicato alle categorie giovanili sia femminili che maschili. Per le ragazze sono riservate le categorie Under 13, 15 e 17 mentre per i ragazzi sono presenti tutte le categorie giovanili dagli Juniores (nati 2004/2005/2006) fino ai piccolissimi della categoria Primi calci (nati 2016) e Baby (nati 2017/2018).Per il torneo Mirabilandia Cup di basket partecipano squadre maschili e femminili per le categorie Minibasket, Esordienti e Under 13 mentre per le sole squadre maschili sono riservate anche le categorie Under 15, 16, 17 e 19.“Ringrazio l’amministrazione comunale di Riccione, le scuole calcio della città e tutti gli addetti al lavoro per la collaborazione nella riuscita di questi tornei ― dichiara il responsabile di Centroeventi Tornei, Giuseppe Malafronte ― Ringrazio anche il Comune di Rimini che ha messo a disposizione alcuni campi da gioco. Per questi tornei siamo riusciti a coinvolgere migliaia di giovani atleti provenienti da tutta Italia, e anche dall’estero, accompagnati dalle famiglie al seguito che hanno aderito al torneo anche per lo straordinario appeal che ha la città di Riccione”.