Ciclisti nella Fontane Parco del Mare (foto ufficio stampa Comune Rimini)

Tra questi Tour de France, mondiali di pattinaggio e gli europei di ginnastica artistica. Il punto sugli eventi al centro della prima seduta della 6^ Commissione Consiliare che si è riunita ieri pomeriggio

Il 2024 sarà un anno straordinario e di grande sport per la città di Rimini, con un calendario senza precedenti scandito da appuntamenti di caratura internazionale, in primis la 111a edizione del Tour de France 2024, con Rimini al centro della “Grand Depart” per lo storico arrivo della prima tappa della corsa ciclistica più seguita al mondo che arriverà dopo un percorso di 205 km da Firenze attraversando gli Appennini, passando per la Valmarecchia e San Marino, prima di raggiungere l’arrivo sulla costa riminese. Anche i padiglioni della Fiera di Rimini si confermano centro pulsante degli eventi indoor con due grandi appuntamenti: i Campionati Europei di Ginnastica Artistica Maschile (24-28 aprile) con la partecipazione di 38 nazioni, 179 atleti senior, 137 atleti junior per un totale di 316 atleti e Femminile (2-5 maggio) con 37 nazioni, 156 atlete senior, 133 junior per un totale di 289 atlete totali, un’arena che potrà ospitare oltre 4.000 spettatori e 605 atleti che si sfideranno. A settembre sarà la volta dei mondiali di pattinaggio artistico a rotelle, che ha in Italia tra i più grandi campioni a livello mondiale della storia di questa disciplina, inseriti nel cartellone dei World Skate Games 2024 con eventi in quattro regioni.

Punte di diamante di un lungo elenco di eventi sportivi che ad oggi il Tavolo di programmazione degli eventi sportivi istituito dall’Assessorato quantifica in 87 appuntamenti per il 2024, confermando la vocazione allo sport della città anche grazie alla collaborazione con organizzazioni sportive, federazioni nazionali e società del territorio che rappresentano l’ossatura del movimento sportivo della città.

A fare il punto sugli eventi del 2024, la seduta della sesta Commissione Consiliare Permanente che si occupa di turismo e sport e che si è riunita oggi pomeriggio per la prima volta da quando è stata istituita in seguito alla revisione del regolamento sul funzionamento del consiglio comunale.

Agonismo e spettacolo, grandi campioni e grandi emozioni, sport di squadra e individuali, discipline maggiori e solo apparentemente minori, ma anche atleti e squadre, spettatori e accompagnatori, staff, giudici di gara; operatori dei media: numeri e presenze dal grande impatto economico diretto sul territorio.

Ad aprire il cartellone primaverile degli appuntamenti sportivi internazionali sarà il Paganello con una XXXIII edizione che si annuncia l’edizione più grande di sempre. Infatti, il Paganello 2024 ospita 142 squadre, con 2000 atleti partecipanti da tutto il mondo nel weekend in Pasqua, dal 30 marzo al 1 aprile 2024.

Compie 20 anni di sport a Rimini l’evento internazionale di Tchoukball più grande e divertente al mondo: torna la due giorni (10-12 maggio) il festival di 2 giorni aperto a tutti e composto da 5 tornei giocati sulla spiaggia di Viserba con 20 campi da gioco montati lungo 1 Km di spiaggia.

Sempre a maggio torna Rimini Wellness in programma come di consueto per il ponte della Festa della Repubblica (30 maggio-2 giugno) in contemporanea con il suo fuorisalone RiminiWellness Off. Alla fine di giugno è atteso Ginnastica in festa Summer edition con i suoi 25mila partecipanti per un evento lungo dieci giorni in collaborazione con la Federazione Ginnastica d’Italia (FGI), si prosegue con luglio e l’arrivo di Sportdance, il più importante Festival Europeo di Danza Sportiva organizzato da FIDS, che si terrà presso i padiglioni di Rimini Fiera.

Riflettori anche sui motori: dalla grande novità dei Campionati Mondiali di FormulaE (13/14 aprile) al motomondiale con il Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini che accenderanno il Misano World Circuit (6/8 settembre), passando per la Transitalia Marathon (20/22 settembre).

Tanti tra la primavera e l’estate anche i tornei di calcio promossi dalle realtà sportive del territorio, così come gli appuntamenti con la vela e i diversi appuntamenti dedicati a chi ama il basket nei playground presenti in città, a partire dal Rimini Beach Court che vedrà tornare accanto al Belvedere di Piazzale Kennedy importanti appuntamenti dedicati alla palla a spicchi

Non sono eventi sportivi in senso stretto, ma eventi legati a doppio filo con lo sport quelli che sono stati ricordati durante la seduta della commissione: dall’esposizione della Coppa Davis in città nell’ambito di Rimini Wellness nella sede della fiera, preceduta dall’esposizione anche all’interno del Teatro Amintore Galli offrendo a tutta la città la possibilità di ammirare questo trofeo, all’apertura del calciomercato nella sede del Grand Hotel di Rimini, fino all’academy degli allenatori di calcio Coach Experience che si terrà in giugno alla fiera con oltre mille partecipanti.

“Si è aperto per la città un anno da record, con una concentrazione tale di qualità e di quantità di eventi sportivi mai visti prima – sottolinea l’assessore allo Sport Moreno Maresi – come poche altre realtà in Italia possono vantare. Fra tante conferme e importanti novità, l’arrivo storico del Tour de France è per noi motivo di orgoglio soddisfazione incredibile. Rimini, un po’ per Dna un po’ per la piattaforma di servizi turistici oltre che sportivi che sa offrire, costituisce un caso d’eccellenza di come il binomio eventi sportivi-territorio possa essere strategico per il territorio. Gli 87 eventi sportivi che ad oggi sono confermati sul nostro territorio quest’anno sono capaci di generare presenze importanticon effetti positivi anche sotto il profilo della destagionalizzazione. Ciclismo, pattinaggio, ginnastica artistica, pallacanestro, danza, motociclismo, frisbee, corsa, auto d’epoca: tutti gli sport e le discipline sono presenti, comprese alcune particolarità come il tchouckball, con le sue 3500 presenze che a Rimini ogni anno trovano casa da venti anni. Un fermento che conferma l’attenzione per tutte le discipline, più e meno diffuse, dal valore sociale e di collante per la comunità – conclude l’assessore Maresi   e che trova conferma anche nell’alto numero di patrocini – 94 – rilasciati dal Comune nel 2023 per gli eventi sportivi e che nei primi due mesi del 2024 sono già arrivati a quota 30”.