Un giocatore di rugby durante la partita (foto di repertorio)

I rugbisti riminesi si allenano in spiaggia: Bagni 26 e spiaggia libera al porto i luoghi dove incontrare Pirati, Pellerossa e tutti gli atleti della palla ovale.  

Se il Campus di Rivabella è off-limits per i lavori in corso in preparazione del Campo Estivo del Rugby, in partenza dal 14 giugno, gli atleti della palla ovale scendono in campo in spiaggia.

Il ponte del 2 giugno ha portato la novità del rugby in riva al mare: grazie alla disponibilità del Comune di Rimini, per la spiaggia libera al porto e dei Bagni Tiki26 che il patron Gabriele Pagliarani  ha scelto di aprire a tutti gli sport:

Sarà possibile incontrare PiratiPellerossa e tutte le categorie della palla ovale riminese che si allenano al tramonto in riva al mare, e ammirarli nei loro attacchi, mischie, “touche” e mete.

Gli allenamenti in spiaggia proseguiranno per tutta l’estate e, dal 15 giugno anche al campo rugby di via XXV marzo. 

Nel frattempo, a Rivabella ci si prepara ad accogliere il primo campo estivo del Rugby, aperto a bambini, bambine, ragazze e ragazzi dai 6 ai 14 anni, che fino al 3 settembre offrirà sia a chi desidera avvicinarsi a questo entusiasmante sport per la prima volta, sia per chi è già appassionato la possibilità di giocare per tutta l’estate in impianti sportivi appena ampliati e ristrutturati,  fiore all’occhiello dello sport riminese.  

Non sarà questa l’unica novità che il Direttivo della Società ha in preparazione per diffondere uno sport che, sia per la sua energia che per i suoi valori, sta incuriosendo e interessando sempre più giovani riminesi, ragazzi e ragazze, desiderosi di entrare nella famiglia della Palla ovale.  

Da pochi giorni è online il nuovo sito web https://www.riminirugby.com dove ci sono informazioni e notizie sui nuovi progetti. Per informazioni e iscrizioni, sono sempre a disposizione anche i referenti, ai numeri:  333 741 2261  (Alipio)  338 8557256  (Rocco)