Un momento della premiazione

Il birrificio artigianale e agricolo riminese, nato quattro anni fa da un’idea di Manuel Celli, fa incetta di premi all’ European Beer Star di Norimberga

Il birrificio artigianale ed agricolo riminese “Beha Brewing Company” sbanca ancora l’“European Beer Star” di Norimberga che, da 20 anni, premia ogni anno le migliori birre del mondo, portando a casa due argenti e un bronzo. “Beha”, ideato quattro anni fa da Manuel Celli, è l’acronimo di “Be handcrafted, be happy”, “sii artigianale, sii felice”, ed è il frutto del primo birrificio artigianale di Rimini a filiera corta: dalla semina al boccale. Non filtrata, non pastorizzata, realizzata a partire da materie prime di origine locale e calibrata dal Mastro Birraio Stefano Occhi. Le artigianali Beha fanno un percorso di pochi metri per essere spillate dal birrificio direttamente nel “Brewpub Baldoria”. Il pub si trova nell’area ex Velvet, sulle colline di Rimini, a Santa’Aquilina. Beha, nonostante sia una realtà ancora giovane, non ha mai smesso di collezionare successi e riconoscimenti per le proprie birre, diventando uno dei birrifici artigianali più titolati. 

L’“European Beer Star” è organizzata dal 2004 dall’Associazione dei Birrifici Privati ed è da tempo diventata una delle competizioni birrarie più prestigiose al mondo. In questo concorso vengono premiate le birre genuine, piene di carattere e di alta qualità. La maggior parte degli stili di birra considerati sono quelli originari dell’Europa, ma possono partecipare tutti i birrifici di tutto il mondo: birrifici locali, regionali, nazionali e attivi a livello internazionale, non solo dall’Europa, ma da tutti i paesi di tutti i continenti. 

In gara c’erano 2356 birre in 74 diverse categorie di stili di birra, quelle presentate sono state degustate in modo anonimo. Alla fine, una giuria internazionale di 150 esperti, composta da mastri birrai, giornalisti specializzati, sommelier della birra e altri esperti di birra, ha degustato le birre presentate il 14 e 15 settembre scorso, valutandone la qualità. Solo le tre migliori birre per categoria sono state premiate con l’oro, l’argento e il bronzo. 

Beha, risultato il birrificio italiano ad aver ottenuto più medaglie, a pari merito con altro birrificio lombardo, si è aggiudicata due argenti rispettivamente con  “Gaudio”, che ha conquistato il“Premio Schwarzbier in stile tedesco Silver Award”,  e “Kermesse”, che ha ottenuto il “Premio Witbier in stile belga Silver Award”. Infine, per “Euforia”, è arrivato il “Session India Pale Ale Bronzo”

Il 29 novembre, alla cerimonia dell’“European Beer Star”, durante la fiera “BrauBeviale” di Norimberga, i birrifici di successo hanno ricevuto i loro premi in oro, argento e bronzo. 

“Siamo davvero felici ed entusiasti di questi importanti riconoscimenti in quello che è il concorso più prestigioso a livello europeo – spiega Celli -.Questo è un risultato che premia la passione che tutti i giorni la nostra squadra riversa nel proprio lavoro, un elemento fondamentale per arrivare a questi livelli. Avendo iniziato nel 2020 siamo tuttora una realtà molto giovane e abbiamo grandissima voglia di lavorare per continuare a migliorarci. La nostra convinzione è quella di poter raggiungere  traguardi sempre più importanti – conclude -.Un grazie speciale a tutti coloro che hanno creduto alla nostra realtà e alla qualità dei nostri prodotti!”.