Una donna fa la spesa al supermercato (foto di repertorio)

Domani, sabato 26 marzo, ‘Mir: Rimini per l’Ucraina’ organizzata una spesa al supermercato all’insegna della solidarietà al popolo ucraino. Tante le donazioni al centro

Andare al supermercato, avendo a cuore la comunità ucraina.  È l’obiettivo della nuova iniziativa solidale promossa dalla realtà comunale ‘Mir: Rimini per l’Ucraina’ per aiutare i cittadini e le famiglie dell’Ucraina in questo momento di difficoltà.

All’interno dei supermercati del territorio che hanno aderito all’iniziativa verranno allestiti, per la giornata di oggi, sabato 26 marzo, dei punti di raccolta dove i clienti, terminata la spesa, potranno donare parte degli alimenti e dei beni di prima necessità acquistati.

Il materiale verrà poi devoluto al ai rifugiati che si trovano a Rimini: in particolare, occorrono generi alimentari a lunga conservazione, prodotti per l’infanzia e per l’igiene personale.

Si segnala inoltre che, ieri, il Consorzio del Formaggio Parmiggiano Reggiano ha donato al centro Mir circa 800 pezzi di formaggio da mezzo chilo l’uno. Attualmente è tutto conservato nelle celle frigorifere gentilmente messe a disposizione dagli alpini.

Sempre oggi, un contributo anche da parte del mercato ittico (12 cassette di pesce fresco) e la MARR, che ha accantonato pesce per bambini (circa 40+ 89 scatole, bastoncini impanati e non).

ll Conad di via Marecchiese sta donando ogni sera l’invenduto che poi viene servito dai volontari di Mir alla famiglie.

мир (MIR): Rimini per l’Ucraina

È il nuovo il tavolo di coordinamento del terzo settore con sede in via Marecchiese 193 (Protezione civile) finalizzato ad aiutare e stare al fianco della comunità ucraina in questa difficile fase. Una realtà nata allo scopo di sostenere e integrare l’impegno del terzo settore, con l’obiettivo di mettere in rete la filiera di assistenza (organizzazioni di volontariato, realtà filantropiche e associazioni di promozione sociale) attraverso un lavoro organizzato e strutturato, in modo tale da rispondere alle necessità e problematiche dei profughi giunti nel territorio riminese. Contatti: numero di telefono 800 106 300; indirizzo mail protezionecivile@comune.rimini.it