“Crescono e si consolidano, tra le famiglie e nel territorio, le attività del Centro per le famiglie del Comune di Rimini.  A testimoniarlo sono i dati relativi al 2023, che evidenziano una impennata di accessi agli spazi del centro, la partecipazione a conferenze, laboratori e servizi”.

Settemila gli accessi alla sede di piazza Servi 1, si tratta di cittadini che hanno usufruito di uno o più servizi, a partire dallo spazio gioco “Il giardino dei folletti”, che ha visto raddoppiare con 4 mila ingressi le presenze del 2022, quando si erano fermati a 2 mila. Per favorire la fruizione dei servizi, l’aggiornamento delle attività e le informazioni sui calendari delle attività, oppure iscriversi con modalità dirette ai laboratori o ai percorsi di consulenza, alla biblioteca dei genitori, il Centro per le famiglie propone una tessera gratuita che nel 2023 è stata sottoscritta da 350 nuove famiglie (l’anno scorso i nuovi ingressi si erano fermati a circa 250).

La novità dell’educatrice familiare, 228 visite e 21 percorsi avviati nel 2023

Tra i progetti rivolti ai neogenitori la novità è l’home visiting, avviato a fine 2021 e divenuto oggi un vero e proprio servizio a sostegno dei neogenitori. L’intervento si concretizza con visite domiciliari da parte di un’educatrice con formazione specifica nei primi mille giorni di vita del bambino; dopo una prima fase di ascolto, di conoscenza ed osservazione della famiglia, l’operatrice stila un progetto educativo che è la sintesi tra le richieste e i bisogni dei genitori e le fragilità rilevate. “L’educatrice non si sostituisce ai genitori, ma li accompagna e li sostiene, per limitare l’isolamento famigliare e creare una connessione tra la rete dei servizi e la famiglia, lavorando sul rinforzo dell’autostima dei genitori rispetto al loro ruolo di mamma e papà”. Nel corso del 2023 sono stati attivati 21 percorsi e realizzate 228 visite domiciliari.

Nascita e neogenitorialità: 235 famiglie accolte, 84 percorsi per genitori e  22  accompagnamenti alla nascita avviati

Obiettivo del Centro per le famiglie è anche quello di accompagnare i neogenitori attraverso interventi che li sostengano sin dalla gravidanza, con una particolare attenzione al ruolo proattivo del caregiver e ad un concetto di genitorialità positiva”. Durante l’anno 2023 sono stati proposti 84 appuntamenti per genitori in attesa e neogenitori tra i quali percorsi di massaggio neonatale, incontri a cura di esperti (pediatra, logopedisrta, ostetrica, operatrice Centro per le famiglie), appuntamenti sulle stimolazioni sensoriali nei primi mesi di vita, sull’importanza della lettura dialogica. Sono stati in totale accolti 3760 adulti e 817 bambini. I Corsi di Accompagnamento alla Nascita sono percorsi dedicati a genitori in attesa, realizzati in collaborazione con il Consultorio Familiare Ausl, che segue la gravidanza anche per l’aspetto sanitario. Gli appuntamenti sono condotti in parte dalle ostetriche del consultorio ed in parte dalle psicoiloghe del Centro per le famiglie.

Crescono le domande di mediazione familiare: 85 percorsi attivati (+25), 352 colloqui effettuati

La Mediazione Familiare è dedicata alle famiglie in situazione separativa, oggi sempre più complessa e frequente, rivolta a entrambi i genitori residenti nel territorio comunale, con figli minori”. In aumento le richieste per quest’anno (25 famiglie in più seguite), con quasi 200 ore di colloqui in più rispetto all’anno precedente. Rispetto ai casi seguiti nell’ultimo anno si è registrato un aumento del livello di conflittualità e disagio delle persone; Restano estremamente attuali i temi come la gestione pratica della quotidianità e la fatica economica che complica il raggiungimento delle tappe previste.

Disturbi d’ansia e da prestazione, ritiro sociale nei giovani. 160 percorsi di consulenza attivati e 400 colloqui effettuati

Per quanto riguarda  le richieste di genitori di ragazzi e ragazze preadolescenti e adolescenti i disagi sono legati a comportamenti di trasgressione e di opposizione. In generale, in quest’ultimo anno abbiamo assistito ad un vero e proprio aumento esponenziale dei disturbi d’ansia legati ad una prestazione (sportiva, scolastica, ecc). Altre richieste hanno riguardato genitori che portavano un quadro dei loro figli sempre più chiusi in se stessi, che mediano la socialità attraverso relazioni virtuali e non attraverso contatti diretti.

Nel 2023, il nostro servizio di consulenza ha preso in carico 160 famiglie, per un totale di 400 colloqui, 30 famiglie in più rispetto alla precedente annualità. Le richieste più rappresentative tra i genitori di bambini tra i 3 ed i 10 anni riguardano la gestione delle emozioni come rabbia e paura; emerge sempre più anche nei piccoli la componente ansiosa e le difficoltà nella gestione degli schermi.

Incontri tematici per insegnanti, educatori, genitori

Il Centro per le famiglie organizza e promuove incontri tematici e percorsi per genitori, insegnanti e figure educative, occasioni di informazione, di confronto e sostegno”. Nel 2023 sono stati realizzati 20 laboratori cui hanno partecipato 231 adulti e 208 bambini. Tra i percorsi storici del Centro per le famiglie, “Adolescenti e genitori: nuove connessioni possibili”, rivolto a genitori, insegnanti ed educatori di ragazzi e ragazze preadolescenti e adolescenti e “Dedicato a mamma e papà. rivolti a genitori, nonni, zii educatori di bambini in età prescolare e scolare.