Bambino a scuola (foto di repertorio)

Da domenica 3 dicembre la mostra del concorso di progettazione del nuovo e innovativo plesso scolastico di Rimini Nord

Un nuovo edificio innovativo sotto il profilo ecologico e pedagogico, tecnologico e sicuro, in armonia con il paesaggio e rispondente ai bisogni della collettività: è questo il profilo della scuola FAI BENE che sarà realizzata dal Comune di Rimini grazie al sostegno di INAIL e della Regione Emilia-Romagna. 

Per realizzarla il Comune di Rimini ha indetto un concorso di progettazione, pubblicato su piattaforma nazionale, a cui hanno partecipato più di 100 studi provenienti da tutta Italia. Una procedura innovativa, frutto di un protocollo siglato con il Consiglio dell’ordine degli architetti, pianificatori, paesaggisti e conservatori della Provincia di Rimini, in una strategia condivisa. Un percorso che l’Amministrazione Comunale ha ritenuto opportuno valorizzare attraverso una mostra di tutte le proposte progettuali del concorso e che sarà allestita al terzo piano dell’Ala Nuova del Museo della Città, sede del Laboratorio Aperto, con inaugurazione domenica 3 dicembre alle ore 17. 

Lo studio guidato dall’architetto Marco Tanzili si è classificato al primo posto del concorso, sulla base di un punteggio assegnato da una commissione multi professionale composta da rappresentanti sia delle professioni tecniche sia di quelle educative. Ai progettisti è stato chiesto di immaginare una scuola dove nella stessa struttura fossero compresenti aree a diversa vocazione, flessibili e multifunzionali, adattabili a molteplici utilizzi nel corso della giornata o delle stagioni, con spazi esterni dedicati all’outdoor education, pensati per essere assegnati in gestione ad associazioni ed enti, nella prospettiva di una scuola che diventi uno spazio di riferimento per chi vive nel quartiere.    

La nuova Scuola primaria FAI BENE a due sezioni avrà annessa una mensa e una palestra di superficie minima di 200 mq, con accesso sia dalla scuola che dall’esterno (per essere fruita anche al di fuori dell’attività scolastica) e avrà spazi all’aperto per le attività didattiche e ginniche. Come ogni scuola del futuro dovrà seguire una logica fortemente centrata sull’apprendimento, piuttosto che sull’insegnamento, in grado di offrire un ampio spettro di elementi e stimoli.  

Anche la realtà in cui la scuola sarà inserita, Rimini nord, risponde ad un obiettivo più che mai attuale e che il Comune di Rimini attivamente persegue, perché risponderà ad una situazione territoriale con poche infrastrutture scolastiche (in proporzione all’aumento della popolazione che si è stabilita negli ultimi anni nel territorio di Rimini nord) e mira a diventare, grazie al coinvolgimento della comunità, un punto di riferimento per la cittadinanza.  

La mostra, a ingresso gratuito, sarà visitabile fino al 5 gennaio 2024 con accesso da via Dei Cavalieri, 22, dal lunedì al venerdì con orario 10-18.