In particolare,  a partire dalle ore 10,  oltre duecentoventi  persone si sono sottoposte, in Piazza Cavour, allo screening completo

Sono state centinaia le persone che ieri hanno partecipato alla tappa riminese di “TIENI IN FORMA IL TUO CUORE”, il progetto per la prevenzione del rischio cardiovascolare avviato dalla Regione Emilia-Romagna e giunto alla terza edizione. In particolare,  a partire dalle ore 10,  oltre duecentoventi  persone si sono sottoposte, in Piazza Cavour, allo screening completo per la prevenzione cardiovascolare e a quello per la fibrillazione nella clinica mobile ,  oltre duecentoquindici hanno effettuato colloqui informativi inerenti allo stile di vita “sano” ed oltre 250 hanno effettuato counseling presso i gazebo (manovre rianimatorie, camminate, pilates, alimentazione, centri antifumo, training sul massaggio cardiaco ed utilizzo del defibrillatore ecc..).
Gli infermieri dell’Unità operativa di Cardiologia dell’ospedale Infermi di Rimini e dell’ospedale Ceccarini di Riccione si dedicavano, infatti,
all’interno di una clinica mobile composta da un automezzo attrezzato e gazebo, a diversi tipi di check-up gratuiti: la determinazione dell’assetto lipidico, tramite un semplice prelievo di una goccia di sangue capillare, la rilevazione dei principali parametri vitali, come pressione arteriosa e indice di massa corporea (BMI) e lo screening della fibrillazione atriale asintomatica. Questi test permettevano di calcolare il punteggio di rischio cardiovascolare e valutare la carta del rischio dell’utente attraverso un algoritmo computerizzato. I cardiologi presenti fornivano la consulenza necessaria e i soggetti più a rischio sono stati invitati a contattare il proprio medico di medicina generale e, in caso di riscontro di patologia, verrà garantita una visita presso la cardiologia di riferimento del territorio. Contemporaneamente era presente il Dipartimento di Sanità Pubblica di Rimini , con i suoi operatori sanitari dell’U.O. di Igiene Pubblica, del servizio di Medicina dello Sport, del SIAN che, insieme ad operatori del SERD  promuovevano le buone pratiche su attività fisica, corretta alimentazione, percorsi di salute per la disassuefazione da fumo e dall’abuso di alcol e rispondevano alle domande dei cittadini sugli stili di vita sani che aiutano a mantenere in buona salute il sistema cardiovascolare. Erano presenti anche  i soci e volontari di ASCOR , Croce Blu,  Riminicuore e della LILT.  Inoltre, AVIS e l’ADS La pedivella, insieme alle Palestre che Promuovono Salute AMA (cioè le PPS che offrono anche Attività Motoria Adattata), in particolare Rimini Terme e Palestra Spazio Salute 0-100,  che offrivano ai cittadini la possibilità di effettuare camminate e pillole di movimento sul posto.