Una provetta di sangue per la ricerca del coronavirus (foto di repertorio)

Oggi 2255 casi in più nella provincia di Rimini, con l’Emilia-Romagna che da domani, lunedì 10 gennaio, diventerà zona gialla

Venerdì 7 gennaio

Dall’inizio dell’epidemia da coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 644.341 casi di positività, 17.119 in più rispetto al giorno precedente, giovedì 6 gennaio, su un totale di 36.779 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti è, quindi, del 46,5%. Un valore non indicativo dell’andamento generale, visto il numero di tamponi effettuati che, nei giorni festivi, è inferiore rispetto agli altri giorni e, soprattutto, tenendo conto che i test molecolari vengono eseguiti prioritariamente su casi per i quali è spesso atteso un risultato positivo.

Continuano ad essere 140 i pazienti attualmente ricoverati nelle terapie intensive dell’Emilia-Romagna (dato invariato rispetto al giorno precedente, giovedì 6 gennaio); l’età media è di 61,9 anni. Sul totale, 109 (quindi il 77,8%) non sono vaccinati (zero dosi di vaccino ricevute, età media di 60,3 anni), mentre 31 sono vaccinati con ciclo completo (età media di 72 anni). Per quanto riguarda i pazienti ricoverati negli altri reparti Covid, sono 1.848 (+104 rispetto al giorno antecedente, giovedì 6 gennaio), età media di 68,7 anni.

Rispetto ai 18.413 nuovi casi registrati giovedì 6 gennaio, i contagi di venerdì 7 gennaio registrano un -7,5% rispetto al giorno precedente. I ricoverati nei reparti Covid aumentano del +6%; mentre, nelle terapie intensive, non si registra alcun aumento.

Più in generale, questi sono i dati relativi all’Emilia-Romagna validati dal ministero della salute questa settimana: l’rt regionale è di 1,38 (rispetto all’1,18 della scorsa settimana), l’incidenza dei nuovi casi sale a 2.153 ogni 100.000 abitanti (rispetto ai 622 su 100.000 abitanti); mentre, l’occupazione dei posti letti Covid ordinari, è al 18% (dal 14%) e quella dei posti letto nelle terapie intensive al 15% (dal 12%). L’Emilia-Romagna, da lunedì 10 gennaio, sarà, quindi, in zona gialla, dalla bianca attuale: il passaggio di colore al giallo è, infatti, determinato dal superamento contemporaneo della soglia di sicurezza prevista per gli ultimi tre parametri, e cioè 50 ogni 100.000 abitanti l’incidenza; 15% l’occupazione dei reparti Covid e 10% quella delle terapie intensive. Le attività consentite in zona gialla saranno determinate dal possesso o meno del green pass rafforzato obbligatorio pressoché ovunque, tranne che nei negozi e per i servizi essenziali, come indicato nella tabella redatta dal governo.

Continua, intanto, la campagna vaccinale anti-Covid. Il conteggio progressivo delle dosi di vaccino somministrate si può seguire in tempo reale sul portale della regione Emilia-Romagna dedicato all’argomento, cliccando sulla pagina web www.salute.regione.emilia-romagna.it/vaccino-anti-covid, che indica anche quanti sono i cicli vaccinali completati e le dosi aggiuntive somministrate. Tutte le informazioni sulla campagna, invece, sono disponibili sulla pagina web www.vaccinocovid.regione.emilia-romagna.it.

Alle ore 14 di venerdì 7 gennaio, sono state somministrate complessivamente 8.671.996 dosi; sul totale sono 3.625.245 le persone over 12 che hanno completato il ciclo vaccinale, il 90,2%; mentre, quelle con almeno una dose (3.706.690 persone) sono arrivate al 92,2%, sempre degli over 12. Le terze dosi già fatte sono 1.554.459.

L’età media dei nuovi positivi di venerdì 7 gennaio è di 37,3 anni. La situazione dei contagi nelle province vede Bologna con 3.863 nuovi casi (nel circondario imolese 7 nuovi casi); seguita da Modena con 2.436 casi; Rimini con 2.031 casi; Ravenna con 1.929 casi; Parma con 1.825 casi; Reggio Emilia con 1.664 casi; Cesena con 1.107 casi; Forlì con 894 casi; Ferrara con 842 casi; e, infine, Piacenza con 521 nuovi casi.

Questi i dati, accertati alle 12 di venerdì 7 gennaio sulla base delle richieste istituzionali, relativi all’andamento dell’epidemia in regione.

Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 22.825 tamponi molecolari, per un totale di 7.458.079 test. A questi si aggiungono anche 13.954 tamponi antigenici rapidi.

Per quanto riguarda le persone complessivamente guarite, sono 1.998 in più rispetto a giovedì 6 gennaio e raggiungono quota 458.112. I casi attivi, ossia i malati effettivi, venerdì 7 gennaio sono 171.894 (+15.106). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 169.906 (+15.022), il 98,8% del totale dei casi attivi.

Purtroppo, si registrano quindici decessi: tre in provincia di Parma (tre uomini di 96, 77 e 62 anni); uno in provincia di Reggio Emilia (un uomo di 82 anni); uno in provincia di Modena (una donna 58 anni), cinque in provincia di Bologna (due uomini di 73 e 58 anni e 3 donne di 95, 93 e 81 anni); tre in provincia di Ferrara (tre uomini di 70, 62 e 55 anni); uno in provincia di Forlì-Cesena (un uomo di 79 anni). Un decesso, infine, riguarda una persona residente fuori regione, una donna di 79 anni, la cui morte è stata registrata dall’asl di Bologna. In totale, dall’inizio dell’epidemia, i decessi in regione sono stati 14.335.

Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 3 a Piacenza (+1 rispetto a giovedì 6 gennaio), 12 a Parma (+1 rispetto a giovedì 6 gennaio ); 16 a Reggio Emilia (invariato rispetto a giovedì 6 gennaio); 11 a Modena (invariato rispetto a giovedì 6 gennaio); 30 a Bologna (+1 rispetto a giovedì 6 gennaio); 9 a Imola (-1 rispetto a giovedì 6 gennaio); 20 a Ferrara (-1 rispetto a giovedì 6 gennaio); 14 a Ravenna (invariato rispetto a giovedì 6 gennaio); 4 a Forlì (invariato rispetto a giovedì 6 gennaio); 3 a Cesena (-1 rispetto a giovedì 6 gennaio ); 18 a Rimini (invariato rispetto a giovedì 6 gennaio).

Questi i casi di positività sul territorio dall’inizio dell’epidemia, che si riferiscono non alla provincia di residenza, bensì a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 34.215 a Piacenza (+521 rispetto a giovedì 6 gennaio, di cui 30 sintomatici); 48.325 a Parma (+1.825 rispetto a giovedì 6 gennaio, di cui 5 sintomatici); 74.059 a Reggio Emilia (+1.664 rispetto a giovedì 6 gennaio, di cui 438 sintomatici); 106.442 a Modena (+2.436 rispetto a giovedì 6 gennaio, di cui 192 sintomatici); 131.736 a Bologna (+3.863 rispetto a giovedì 6 gennaio, di cui 994 sintomatici); 19.395 casi a Imola (+7 rispetto a giovedì 6 gennaio, di cui 3 sintomatici); 40.959 a Ferrara (+842 rispetto a giovedì 6 gennaio, di cui 1 sintomatico), 57.007 a Ravenna (+1.929 rispetto a giovedì 6 gennaio, di cui 1168 sintomatici); 30.070 a Forlì (+894, di cui 655 sintomatici); 35.148 a Cesena (+1.107 rispetto a giovedì 6 gennaio, di cui 583 sintomatici) e 66.985 a Rimini (+2.031 rispetto a giovedì 6 gennaio, di cui 720 sintomatici).

Sabato 8 gennaio

Dall’inizio dell’epidemia da coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 659.235 casi di positività, 14.901 in più rispetto a venerdì 7 gennaio, su un totale di 68.271 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti è, quindi, del 21,8%.

I pazienti attualmente ricoverati nelle terapie intensive dell’Emilia-Romagna sono 144 (+4 rispetto a venerdì 7 gennaio); l’età media è di 61,5 anni. Sul totale, 111 non sono vaccinati (zero dosi di vaccino ricevute, età media di 60,3 anni), il 79,2%; mentre, 33 sono vaccinati con ciclo completo (età media di 65,7 anni). Per quanto riguarda i pazienti ricoverati negli altri reparti Covid, sono 1.873 (+25 rispetto a venerdì 7 gennaio), età media di 68,7 anni.

Rispetto ai 17.119 nuovi casi registrati venerdì 7 gennaio, i contagi di sabato 8 gennaio registrano un -13%. I ricoverati nei reparti Covid aumentano dell’1,4%, quelli delle terapie intensive del 2,9%.

Continua, intanto, la campagna vaccinale anti-Covid. Il conteggio progressivo delle dosi di vaccino somministrate si può seguire in tempo reale sul portale della regione Emilia-Romagna dedicato all’argomento, cliccando sulla pagina web www.salute.regione.emilia-romagna.it/vaccino-anti-covid, che indica anche quanti sono i cicli vaccinali completati e le dosi aggiuntive somministrate. Tutte le informazioni sulla campagna, invece, sono disponibili sulla pagina web www.vaccinocovid.regione.emilia-romagna.it.

Alle ore 13 di sabato 8 gennaio, sono state somministrate complessivamente 8.719.893 dosi; sul totale sono 3.628.907 le persone over 12 che hanno completato il ciclo vaccinale. Le terze dosi già fatte sono 1.591.559.

Sui 14.901 nuovi positivi, 10.010 sono asintomatici. L’età media dei nuovi positivi di oggi è di 37,5 anni. La situazione dei contagi nelle province vede Bologna con 3.149 nuovi casi (nel circondario imolese 1.184 nuovi casi che, sabato 8 gennaio, recupera i dati non comunicati nei giorni scorsi a causa di problemi tecnici); seguita da Modena con 2.522 nuovi casi; Rimini con 2.331 nuovi casi; Ravenna con 1.272 nuovi casi; Cesena con 1.124 nuovi casi; Parma con 1.015 nuovi casi; Reggio Emilia con 946 nuovi casi; Forlì con 716 nuovi casi; Piacenza con 482 nuovi casi; e, infine, Ferrara con 160 nuovi casi.

Questi i dati, accertati alle 12 di sabato 8 gennaio sulla base delle richieste istituzionali, relativi all’andamento dell’epidemia in regione.

Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 32.732 tamponi molecolari, per un totale di 7.490.811 test. A questi si aggiungono anche 35.539 tamponi antigenici rapidi.

Per quanto riguarda le persone complessivamente guarite, sono 2.820 in più rispetto a venerdì 7 gennaio e raggiungono quota 460.932. I casi attivi, ossia i malati effettivi, sabato 8 gennaio sono 183.941 (+12.054). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 181.924 (+12.025), il 98,9% del totale dei casi attivi.

Purtroppo, si registrano 27 decessi: uno in provincia di Piacenza (un uomo di 58 anni); cinque in provincia di Parma (due uomini, di 79 e 88 anni, e 3 donne, rispettivamente di 77, 82 e 95 anni); uno a Reggio Emilia (una donna di 84 anni); sette in provincia di Bologna (due donne, di 80 e 83 anni, e 5 uomini, rispettivamente di 73, 74 anni, due di 79 anni, di cui uno deceduto a Ravenna, e uno di 88 anni); uno in provincia di Ferrara (una donna di 89 anni); cinque in provincia di Ravenna (quattro donne, di 70, 78, 84 e 87 anni, e un uomo di 85 anni); quattro in provincia di Forlì-Cesena (una donna di 95 anni, e tre uomini, di 74, 76 e 87 anni); due a Rimini (due uomini di 81 e 83 anni); mentre, nel modenese, non si registra nessun decesso. Un decesso, infine, riguarda una persona residente fuori regione, una donna di 63 anni, la cui morte è stata registrata dall’Ausl della Romagna. In totale, dall’inizio dell’epidemia, i decessi in regione sono stati 14.362.

Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 3 a Piacenza (invariato rispetto a venerdì 7 gennaio); 14 a Parma (+2 rispetto a venerdì 7 gennaio); 16 a Reggio Emilia (invariato rispetto a venerdì 7 gennaio); 15 a Modena (+4 rispetto a venerdì 7 gennaio); 29 a Bologna (-1 rispetto a venerdì 7 gennaio); 8 a Imola (-1 rispetto a venerdì 7 gennaio); 19 a Ferrara (-1 rispetto a venerdì 7 gennaio); 15 a Ravenna (+1 rispetto a venerdì 7 gennaio); 4 a Forlì (invariato rispetto a venerdì 7 gennaio); 4 a Cesena (+1 rispetto a venerdì 7 gennaio) e 17 a Rimini (-1 rispetto a venerdì 7 gennaio).

Questi i casi di positività sul territorio dall’inizio dell’epidemia, che si riferiscono non alla provincia di residenza, bensì a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 34.697 a Piacenza (+482 rispetto a venerdì 7 gennaio, di cui 51 sintomatici); 49.340 a Parma (+1.015 rispetto a venerdì 7 gennaio, di cui 9 sintomatici); 75.005 a Reggio Emilia (+946 rispetto a venerdì 7 gennaio, di cui 701 sintomatici); 108.963 a Modena (+2.522 rispetto a venerdì 7 gennaio, di cui 109 sintomatici); 134.883 a Bologna (+3.149 rispetto a venerdì 7 gennaio, di cui 1.205 sintomatici); 20.579 casi a Imola (+1.184 rispetto a venerdì 7 gennaio, di cui 460 sintomatici); 41.118 a Ferrara (+160 rispetto a venerdì 7 gennaio, di cui 2 sintomatici); 58.278 a Ravenna (+1.272 rispetto a venerdì 7 gennaio, di cui 579 sintomatici); 30.786 a Forlì (+716 rispetto a venerdì 7 gennaio, di cui 416 sintomatici); 36.271 a Cesena (+1.124 rispetto a venerdì 7 gennaio, di cui 511 sintomatici) e 69.315 a Rimini (+2.331 rispetto a venerdì 7 gennaio, di cui 848 sintomatici).

Rispetto a quanto comunicato nei giorni scorsi, sono stati eliminati sette casi, di cui due positivi a test antigenico ma non confermati da tampone molecolare, e cinque giudicati casi non Covid-19.

Domenica 9 gennaio

Dall’inizio dell’epidemia da coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 676.931 casi di positività, 17.698 in più rispetto a ieri, sabato 8 gennaio, su un totale di 53.946 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti è, quindi, del 32,7%.

Questo il dato comunicato al ministero della salute. Mancano 3.045 nuovi casi (di cui 384 sintomatici) registrati a Modena e provincia da ieri, sabato 8 gennaio, che, per un problema di rilevamento dati, l’usl di Modena non è riuscita a caricare (i dati verranno, così, recuperati nei prossimi giorni). Il totale complessivo odierno sarebbe, quindi, di 20.743 casi.

I pazienti attualmente ricoverati nelle terapie intensive dell’Emilia-Romagna sono 147 (+3 rispetto a ieri); l’età media è di 61,5 anni. Sul totale, 112 non sono vaccinati (zero dosi di vaccino ricevute, età media di 60,1 anni), il 76,1%; mentre, 35 sono vaccinati con ciclo completo (età media di 65,9 anni). Per quanto riguarda i pazienti ricoverati negli altri reparti Covid, sono 1.929 (+56 rispetto a ieri, sabato 8 gennaio), età media di 68,8 anni.

Rispetto ai 14.901 nuovi casi registrati ieri, sabato 8 gennaio, i contagi comunicati oggi al ministero registrano un +18,8%. I ricoverati nei reparti Covid aumentano del 3%, quelli delle terapie intensive del 2,1%.

Continua, intanto, la campagna vaccinale anti-Covid. Il conteggio progressivo delle dosi di vaccino somministrate si può seguire in tempo reale sul portale della regione Emilia-Romagna dedicato all’argomento, cliccando sulla pagina web www.salute.regione.emilia-romagna.it/vaccino-anti-covid, che indica anche quanti sono i cicli vaccinali completati e le dosi aggiuntive somministrate. Tutte le informazioni sulla campagna, invece, sono disponibili sulla pagina web www.vaccinocovid.regione.emilia-romagna.it.

Alle 13.30 di oggi, domenica 9 gennaio, sono state somministrate complessivamente 8.759.993 dosi; sul totale sono 3.631.873 le persone over 12 che hanno completato il ciclo vaccinale. Le terze dosi già fatte sono 1.622.268.

Sui 17.698 nuovi positivi, 12.873 sono asintomatici. L’età media dei nuovi positivi di oggi è di 37,8 anni. La situazione dei contagi nelle province vede Bologna con 3.468 nuovi casi (nel circondario imolese 486 nuovi casi); Ravenna con 2.581 nuovi casi; Parma con 2.437 nuovi casi; Rimini con 2.255 nuovi casi; Reggio Emilia con 1.981 nuovi casi; Ferrara con 1.723 nuovi casi; Cesena con 1.493 nuovi casi; Forlì con 928 nuovi casi; Piacenza con 342 nuovi casi; e, infine, Modena con, per ora, 4 casi (si è in attesa di dati da recuperare gli oltre 3000 casi odierni nei prossimi giorni).

Questi i dati, accertati alle ore 12 di oggi, domenica 9 gennaio, sulla base delle richieste istituzionali, relativi all’andamento dell’epidemia in regione.

Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 31.610 tamponi molecolari, per un totale di 7.522.421 test. A questi si aggiungono anche 22.354 tamponi antigenici rapidi.

Per quanto riguarda le persone complessivamente guarite, sono 1.776 in più rispetto a ieri, sabato 8 gennaio, e raggiungono quota 462.698. I casi attivi, ossia i malati effettivi, oggi, domenica 9 gennaio, sono 199.855 (+15.916). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 197.779 (+15.857), il 98,9% del totale dei casi attivi.

Purtroppo, si registrano 16 decessi: due in provincia di Parma (un uomo di 88 anni e una donna di 93 anni); due in provincia di Modena (due uomini di 87 e 77 anni); sei in provincia di Bologna (tre donne di 62, 64 e 98 anni e due uomini di 57 e 95 anni, a cui si aggiunge il decesso di un uomo extraregione di Bovolone, ma registrato dall’asl di Bologna); tre in provincia di Ferrara (tre uomini di 63, 75, 86 anni); due in provincia di Forlì-Cesena (due uomini di 88 e 73 anni); mentre, a Piacenza e a Reggio Emilia non si registra nessun decesso. A questi, si aggiungono due decessi in provincia di Modena, due uomini di 77 e 87 anni, che verranno registrati nei prossimi giorni. In totale, dall’inizio dell’epidemia, i decessi in regione sono stati 14.378.

Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 3 a Piacenza (invariato rispetto a ieri, sabato 8 gennaio); 16 a Parma (+2 rispetto a ieri, sabato 8 gennaio); 17 a Reggio Emilia (+1 rispetto a ieri, sabato 8 gennaio); 14 a Modena (-1 rispetto a ieri, sabato 8 gennaio); 29 a Bologna (invariato rispetto a ieri, sabato 8 gennaio); 8 a Imola (invariato rispetto a ieri, sabato 8 gennaio); 19 a Ferrara (invariato rispetto a ieri, sabato 8 gennaio); 15 a Ravenna (invariato rispetto a ieri, sabato 8 gennaio); 4 a Forlì (invariato rispetto a ieri, sabato 8 gennaio); 4 a Cesena (invariato rispetto a ieri, sabato 8 gennaio) e 18 a Rimini (+1 rispetto a ieri, sabato 8 gennaio).

Questi i casi di positività sul territorio dall’inizio dell’epidemia, che si riferiscono non alla provincia di residenza, bensì a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 35.039 a Piacenza (+342 rispetto a ieri, sabato 8 gennaio, di cui 55 sintomatici); 51.776 a Parma (+2.437 rispetto a ieri, sabato 8 gennaio, di cui 6 sintomatici); 76.986 a Reggio Emilia (+1.981 rispetto a ieri, sabato 8 gennaio, di cui 480 sintomatici); 108.967 a Modena (+4 rispetto a ieri, sabato 8 gennaio, di cui 1 sintomatico, a cui si aggiungono 3.045 nuovi casi che verranno recuperati nei prossimi giorni); 138.350 a Bologna (+3.468 rispetto a ieri, sabato 8 gennaio, di cui 882 sintomatici); 21.065 casi a Imola (+486 rispetto a ieri, sabato 8 gennaio, di cui 106 sintomatici); 42.841 a Ferrara (+1.723 rispetto a ieri, sabato 8 gennaio, di cui 22 sintomatici); 60.859 a Ravenna (+2.581 rispetto a ieri, sabato 8 gennaio, di cui 1.542 sintomatici); 31.714 a Forlì (+928 rispetto a ieri, sabato 8 gennaio, di cui 595 sintomatici); 37.764 a Cesena (+1.493 rispetto a ieri, sabato 8 gennaio, di cui 657 sintomatici) e 71.570 a Rimini (+2.255 rispetto a ieri, sabato 8 gennaio, di cui 479 sintomatici).

Rispetto a quanto comunicato nei giorni scorsi sono stati eliminati due casi, positivi al test antigenico ma non confermati da tampone molecolare.