Vaccini Sputnik

L’obiettivo è quello di coinvolgere circa 400 persone al giorno

Avviata la tanto attesa campagna vaccinale a San Marino. Dopo una lunga e tormentata serie di trattative a tutti i livelli, per ottenere le dosi necessarie ad avviare le vaccinazioni dei cittadini sammarinesi, anche nel Titano è arrivato quello che è stato definito il “Vax Day” e aprire una nuova fase nel contrasto al Covid 19 e creare le condizioni per un graduale ritorno alla cosiddetta “normalità”.

Quella di ieri è stata anche l’occasione per rinnovare la gratitudine e la riconoscenza verso tutti coloro che con abnegazione hanno affrontato questo drammatico periodo sin dall’inizio dell’emergenza, in particolar modo al personale sanitario e parasanitario e l’intera struttura ospedaliera. Il pensiero del Consiglio di Stato è andata anche anche a “tutte le vittime causate dal virus, ai loro familiari e all’intera popolazione, che ha affrontato pesanti sacrifici sotto diversi profili”.  

“Non sarà però un percorso rapido”, afferma il governo di San Marino in una nota. “Come tutti vorremmo, e i numeri del contagio sono lì a dimostrarcelo: il virus non è ancora sconfitto. Dovremo ancora lottare e resistere, continuare ad adottare comportamenti di prudenza e di accortezza“. 

Per questo il Congresso di Stato invita la cittadinanza a vaccinarsi e a mantenere con rigore le previste misure di contenimento del contagio. 

L’obiettivo, indicato dall’OMS è quello di vaccinare almeno il 70% della popolazione, ed è quello a cui tutti stiamo tendendo. Le autorità sanitarie si stanno prodigando per procedere con rapidità alla somministrazione dei vaccini, contando di coinvolgere circa 400 persone al giorno e per questo servirà la collaborazione di tutti.