(foto di repertorio)

Le prime dosi potrebbero arrivare già nei prossimi giorni

San Marino ha acquistato dosi del vaccino russo Sputnik. A sancirlo sarebbe un protocollo, siglato dalle Segreterie di Stato per gli Affari Esteri e per la Sanità e Sicurezza Sociale, relativo proprio all’acquisto del vaccino Sputnik V antiSARS-CoV2. A darne notizia è il quotidiano “La Repubblica”.

Già nei prossimi giorni, dunque, le prime dosi di vaccino potrebbero raggiungere il Titano. Sempre secondo quanto riportato dalla redazione di Bologna di “La repubblica”, secondo indiscrezioni San Marino potrà contare su circa 7mila e 500 dosi che sembra verranno somministrate su base volontaria. Le scelte prese dal governo sammarinese sarebbero state “imposte” dai ritardi nei rifornimenti dall’Italia. 

Una notizia che ha subito scatenato diverse reazioni. L’ultima in ordine cronologico, è quella del segretario di Stato all’Informazione, Teodoro Lofernini che attraverso una nota ha voluto smentire alcune ricostruzioni che hanno trovato spazio sulla stampa. “Ho manifestato con convinzione il mio disappunto sulla pubblicazione di notizie false e tendenziose, come il falso scoop dell’aereo con a bordo i vaccini destinati a San Marino bloccato alla dogana di Milano. Una fake new in piena regola, una bufala smentita clamorosamente”.