Per esercitare tale diritto l’elettore deve far pervenire, al Sindaco del Comune nelle cui liste elettorali è iscritto, tra il 10° e il 5° giorno antecedente le elezioni

L’Ufficio elettorale del Comune di Rimini comunica che, per garantire il diritto di voto, gli elettori sottoposti a trattamento domiciliare o in condizioni di quarantena o di isolamento fiduciario per COVID-19 possono richiedere di essere ammessi al voto presso il proprio domicilio

Per esercitare tale diritto l’elettore deve far pervenire, al Sindaco del Comune nelle cui liste elettorali è iscritto, tra il 10° e il 5° giorno antecedente le elezioni (tra giovedì 10 e martedì 5 settembre) una dichiarazione attestante la volontà di esprimere il voto presso l’abitazione in cui dimorano, indicandone il completo indirizzo.

Alla dichiarazione devono essere allegati:

un certificato, rilasciato dal funzionario medico designato dai competenti organi dell’azienda sanitaria locale, in data non anteriore al quattordicesimo giorno antecedente la data della votazione, che attesti l’esistenza delle condizioni che permettono il voto domiciliare unitamente alla copia di un documento.

Il voto verrà raccolto durante le ore in cui è aperta la votazione, dal Presidente del seggio speciale appositamente istituito con l’assistenza di uno scrutatore e del segretario. L’elettore dovrà comunque essere in possesso di tessera elettorale e documento di riconoscimento.

La dichiarazione, scaricabile dalla pagina https://www.comune.rimini.it/comune-e-citta/comune/elettorale/speciale-referendum-costituzionale-2020/voto-domiciliare-positivi-al-covid-19 , dovrà essere inviata per mail all’indirizzo ([email protected]) con copia di documento.

Per agevolare gli elettori che si trovano in condizioni di quarantena nel Comune di Rimini, e pertanto non possono allontanarsi dal proprio domicilio, sarà cura dell’Ufficio Elettorale richiedere la certificazione all’AUSL