Grande successo per l’evento che si rinnova da sessant’anni. Ieri sera, giovedì 13 giugno, i bagnini hanno reso omaggio alla solidarietà di amici e turisti con la tradizionale rustida di pesce, la piadina, la musica, i balli e lo spettacolo pirotecnico

Gremito, ieri sera, nonostante il tempo incerto del pomeriggio, il piazzale del Porto, dove si è svolta la “Rustida – Festa del Bagnino” che quest’anno ha celebrato il 60esimo anniversario dal tragico fortunale dell’8 giugno 1964 che diede origine a uno degli appuntamenti più partecipati, voluto per ringraziare tutti coloro che aiutarono a rimettere in sesto la bella spiaggia di Riccione.

Grande la folla che ha partecipato alla festa, unita dalla voglia di stare insieme, ballare (anche sulle note di Romagna mia), scambiarsi ricordi e pensieri seduti alla grande tavolata sotto le stelle allestita sul piazzale. I bagnini di Riccione e l’Associazione per la candidatura Unesco sede di Riccione hanno preparato la tradizionale “rustida” di pesce, distribuita gratuitamente insieme con la piadina offerta da Riccione Piadina.

L’animazione dell’agenzia Studjo di Mauro Forbicini ha dato il via alla festa, facendo muovere i passi al ritmo delle canzoni più amate, coinvolgendo tutta la piazza con le coreografie del maestro Mattia e con le hit cantate da Claudia Cieli che ha interagito con il pubblico, mentre le immagini di Riccione dagli anni ‘60 in poi e i videoclip musicali proiettati sul grande schermo hanno dato il via al “Video party experience” per ballare e cantare sul filo dei ricordi.

I saluti di Diego Casadei, Presidente della Cooperativa Bagnini e della vicesindaca di Riccione Sandra Villa hanno accompagnato l’edizione 2024 della “Rustida – Festa del Bagnino” che si è poi conclusa in tarda serata con i tradizionali fuochi d’artificio.