Un dj all'interno di una discoteca (foto di repertorio)

I fatti risalgono allo scorso fine settimana

La Polizia di Stato di Rimini, nell’ambito dei controlli sulla regolarità degli esercizi pubblici, con particolare riguardo al profilo del monitoraggio della movida urbana e del “circuito del divertimento”, è intervenuta presso un locale ubicato in Rimini, a Marina Centro, dove ha accertato una serie di irregolarità e, in particolare, lo svolgimento di un evento di spettacolo danzante senza alcuna autorizzazione.

I fatti risalgono allo scorso fine settimana, intorno alle 23, quando il personale della Divisione Polizia Amministrativa della Questura di Rimini è intervenuta, a Rimini, in un locale che esercita attività di somministrazione, al cui esterno si era accalcata molta gente e dal quale proveniva musica ad alto volume, udibile dalla strada.

Data la situazione, con la musica che sovrastava qualsiasi altro rumore, gli uomini della Squadra di Polizia Amministrativa iniziavano un breve periodo di osservazione verificando che, da quanto si poteva notare, era in corso una vera e propria festa danzante.

Una volta all’interno del locale gli agenti verificavano la presenza di un Deejay che intratteneva i presenti a ritmo di musica ed un notevole affollamento di persone che, utilizzando pressoché tutta la superficie del locale, stavano ballando. Si notava inoltre la presenza di attrezzature sceniche tipiche dei locali da ballo (luci stroboscopiche, etc).

Dal controllo effettuato immediatamente, il titolare del locale non forniva adeguata autorizzazione per l’attività in corso, motivo per il quale l’accertamento veniva esteso anche presso gli Uffici comunali dai quali si apprendeva che il locale non era mai stato autorizzato ad effettuare attività di pubblico spettacolo, tantomeno di trattenimento danzante.

Al termine degli accertamenti, al gestore del locale sono state contestate le previste sanzioni amministrative per l’esercizio senza licenza dell’attività di trattenimento e pubblico spettacolo e lo stesso è stato deferito presso la locale Procura della Repubblica per la mancanza della agibilità dei locali al tipo di attività in corso.