Modena City Ramblers

La sindaca Daniela Angelini: “Il mondo del lavoro oggi è interessato da una infinità di incognite che investono tutte le dimensioni del sociale. Vogliamo che questa giornata sia simbolo della riscossa del lavoro e dei lavoratori” 

Riccione celebra la festa dei lavoratori con due momenti straordinari nel pomeriggio di mercoledì primo maggio. Un primo tempo dedicato alla necessaria riflessione e all’approfondimento sulle incognite che investono oggi il mondo del lavoro. E un secondo tempo che sarà certamente di divertimento ma che, grazie all’impegno sociale di una combat folk band come si autodefiniscono i Modena City Ramblers, lascerà spazio anche alla battaglia per i diritti dei lavoratori. 

Si annuncia come un pomeriggio da non perdere quello che andrà in scena mercoledì primo maggio a partire dalle 16 al Palazzo del Turismo di Riccione. Alle 16 si terrà infatti un dibattito, fortemente voluto dalla sindaca di Riccione Daniela Angelini, a cui prenderà parte l’assessore regionale al Lavoro Vincenzo Colla che dialogherà con lo scrittore Oliviero La Stella. Due ore più tardi, alle 18 in piazzale Ceccarini, all’esterno del Palazzo del Turismo, tutti a ballare sotto il palco con le sonorità irlandesi contaminate da rock e punk dei Modena City Ramblers. Il gruppo nato nel 1991 porterà in scena “Altomare”, il tour iniziato nel 2023, oltre ai pezzi più belli di un repertorio sconfinato.

Entrambi gli eventi sono a ingresso libero.

PRIMO MAGGIO, OLTRE LA FESTA

Affinché questa giornata sia simbolo della riscossa del lavoro e dei lavoratori 

“Il mondo del lavoro oggi è interessato da una infinità di incognite che investono tutte le dimensioni del sociale – osserva la sindaca di Riccione Daniela Angelini -: dalle richieste di un mercato sempre più globalizzato, alle esigenze irrinunciabili delle persone che nel lavoro dovrebbero trovare, oltre ad una giusta retribuzione, anche la realizzazione di sé. Problemi che investono anche le imprese, in particolare modo quelle del settore turistico, ormai da anni in grave difficoltà nel trovare manodopera stagionale. Intanto dobbiamo continuamente aggiornare la tragica conta dei morti sul lavoro, che sembra fare girare all’indietro le lancette della storia. La profonda dicotomia fra garantiti e non garantiti, lo sfruttamento dei giovani e degli immigrati, l’impegno mancato nel coniugare flessibilità e sicurezza, l’impatto della tecnologia, sono le problematiche più urgenti che richiedono da parte di tutte le forze politiche e sociali un intervento mirato non più procrastinabile. La strada da fare è ancora molta, ma l’eredità dei “padri” del sindacato e del riformismo può ancora esserci utile. E’ una sfida che dobbiamo vincere insieme per i lavoratori e per le imprese, per la nostra comunità che potrà progredire, stare meglio soltanto se saprà camminare unità”.

Sono alcuni dei temi sui quali Vincenzo Colla, assessore allo Sviluppo economico e green economy, lavoro, Formazione e Relazioni internazionali della Regione Emilia-Romagna, dialogherà con Oliviero La Stella, giornalista,  scrittore e consigliere d’amministrazione di Riccione Teatro.