Un frame dello spettacolo "Stuporosa" di Francesco Marilungo

Ecco il programma degli appuntamenti

Continua Supernova – rassegna dedicata alle arti performative, un vero e proprio happening che dal 17 al 21 aprile abita diversi luoghi della città di Rimini con lavori che intrecciano linguaggi diversi.

La giornata del 18 aprile si apre con il talk Corpi d’acqua a cura di Ilenia Caleo. Un dialogo tra la ricercatrice, dramaturg, performer e attivista che coinvolgerà alcune delle artiste ospiti nel programma di Supernova: Silvia CalderoniSimona BertozziGiada CipolloneGaia Ginevra Giorgi Valerie Tameu.                                                                                                                                                     

Al centro dell’incontro i lavori presentati in programma e i temi che indagano: le materie liquide e le scritture che generano, memorie fantasmastiche, il pianto come gesto condiviso e il mare che si fa corpo. Un dialogo che si muove tra pratiche artistiche e teorie e che attraverserà anche l’idrofemminismo, paradigma filosofico teorizzato dalla scrittrice e accademica canadese Astrida Neimanis che, utilizzando una prospettiva “acquea”, introduce una nuova concezione dei corpi utile a cambiare punto di vista sulla realtà.

La serata prosegue nella Sala della musica del Teatro Galli, con il debutto di Haunted di Gaia Ginevra Giorgi. La performer, sound- artist e autrice tesse una drammaturgia del ricordo a partire da un archivio radiofonico. Questo archivio ritrovato, irrimediabilmente danneggiato da un’alluvione, è punto di partenza di un lavoro performativo che convoca una polifonia di field-recordings, registrazioni di lettere, incisioni di sogni, voci, frammenti sonori e suoni live. Gaia Ginevra Giorgi sceglie l’haunting come via di accesso a quell’archivio non per riproporlo nella sua interezza, ma per crearne una riapparizione desiderante e spettrale, testimoniando, così, la fragilità della memoria e la precarietà degli archivi stessi.

A seguire, in prima serata, la platea del Teatro Galli ospiterà Stuporosa di Francesco Marilungo. Il regista, performer e coreografo in questo lavoro indaga la questione del lutto e la privazione della sua dimensione comunitaria. In scena cinque performer in abiti tradizionali ottocenteschi alla ricerca di una ritualità fatta di antiche formule magiche, danze ispirate alla tradizione popolare e forme di mutuo soccorso. Il pianto assume varie sfumature: trattenuto, soffocato, trasformato in musica o in canto ricalcando le sonorità di antichi lamenti funebri salentini. La musica live, composta da Vera Di Lecce, indaga i meccanismi ossessivi della ripetizione per entrare in connessione con le figure in scena, guidandole e facendosi guidare.

A chiudere la giornata del 18 aprile, in prima nazionale, SandSmark /Findlay. Il duo norvegese/statunitense lavora tra danza, teatro, musica dal vivo e videoarte in modo collaborativo e collettivo. Negli ultimi anni ha creato diverse produzioni al confine tra arte performativa e installazione, intrecciando connessioni e correlazioni tra le discipline per fare arte dal vivo che risuona sul piano fisico ed emotivo. A Supernova porteranno, in una versione site specific, donkey (iteration for Supernova)donkey fa parte di una serie di installazioni performative che affrontano i concetti di iterazione e continuazione. Uno spazio meditativo per re-immaginare il “vuoto” lasciato dal passato e un futuro forse più speranzoso.

Ad aprire la giornata del 19 aprileValerie Tameu con il workshop Vibrant bodies, somatic seas and visionari currents. Ideato a partire dalla relazione tra universo acquatico, spirtualità, alcune forme di resistenza legate al femminismo nero e la pratica somatica, il laboratorio si rivolge al corpo nelle sue possibilità di creare nuovi spazi. Si partirà dalla condivisione di materiali legati alla ricerca e verrà proposto l’attraversamento di una pratica somatica legata allo “scuotimento delle acque” presenti nei nostri tessuti e nel nostro immaginario, rivolgendosi ai movimenti di shaking, bubbling, rimbalzi, ritmica, dando vita a una session di danza estatica che fa riferimento alla trance. Scuotere come oscillare attorno al centro, vibrare di desiderio, agitare, scrollarsi di dosso, sobbalzare di sorpresa, muoversi in una grotta umida, spazio di desiderio che rivitalizza corpi e visioni. L’acqua diventa, così, ponte tra memoria storica e speculazione sul futuro, attraverso le possibilità generative e immaginifiche che la pratica artistica mette a nostra disposizione.

L’Ala Nuova del Museo della Città ospiterà ThefutureisNOW? di Silvia Calderoni e Ilenia Caleo. In questa performance il duo Calderoni/Caleo parte dal gesto corporeo e dalla sostanza liquida di Zen for Head; azione in cui Nam June Paik immerge la testa nella pittura e disegna una linea sulla carta, lasciando l’opera aperta a chiunque vorrà riprodurla. thefutureisNOW? è un confronto con il liquido, i liquidi, il fluido, il mare, le acque come luogo-sostanza e con le scritture che si producono all’interno di quel corpo liquido.

Per la seconda parte della serata si tornerà al Teatro Galli per Onde di Simona Bertozzi. Un lavoro che prende forma attraverso una pratica performativa, coreografica e musicale che si apre al presente di corpi protesi e fluttuanti tra estasi, guizzi animali e curvature verso l’evanescenza. Ritmo e sforzo si intrecciano con tentativi di evasione, di attesa e di sottrazione. Non c’è tempo per definire i confini delle posture, gli equilibri sono istanti sottili e subito reclinati verso altre congiunzioni e desideri.

Di The Waves, il celebre play-poem di Virginia Woolf, ONDE incorpora la corrente continua delle immagini e la necessità di rigenerarsi nel ritmo, informando i corpi tra momenti di essere e universalità dei moti percettivi.

In Sala Ressimadalena reversa – progetto artistico creato nel 2016 da Maria Alterno e Richard Pareschi, che fonde teatro, arti visive, performance e installazioni – presenta Manfred. In un paesaggio dall’aura oscura fatta di tenebre, frequenze angoscianti e scontri metallici trafitti da melodie malinconiche che evocano antiche memorie di bellezza, Manfred è l’eco-dramma della nostra esistenza, lo spirito della nostra epoca, l’umanità morsa da se stessa, che barcolla in una tempesta di ululati cupi, sfondo di un’apocalisse incombente.

Proseguono i workshop e le installazioni all’interno del Teatro Galli.

Supernova continua fino al 21 aprile con appuntamenti che continueranno ad abitare la città di Rimini dal centro città fino alla spiaggia con artist* quali Enrico MalatestaSara LeghissaValentina MeddaDavi Pontes e Wallace FerreiraAlosSamaa Wakim e Samar Haddad King Invernomuto.

ONDE di Simona Bertozzi e Stuporosa di Francesco Marilungo si inseriscono nel cartellone di
E’ BAL – palcoscenici per la danza contemporanea, prima rete a livello nazionale coordinata da ATER Fondazione di cui il Comune di Rimini è partner fondatore.

Partner istituzionali Camera di commercio della Romagna – Forlì-Cesena e RiminiCNA Rimini

Partner Trenitalia TperVisitRimini
Partner tecnico Alterecho

In collaborazione con CRONOPIOSATER FONDAZIONE, E’BAL – Palcoscenici per la danza contemporanea, Casa Madiba Network e Smagliature Urbane.

Informazioni e Biglietteria

Biglietteria online su Webtic (www.webtic.it).

Programma sui canali  www.motusonline.com – www.santarcangelofestival.com – www.teatrogalli.it

SPETTACOLI A PAGAMENTO SU PALCO:

Stuporosa – ONDE –  Losing it

€. 15,00 INTERO
€. 12,00 RIDOTTO – Under 26 / Trenitalia Tper* / E’BAL card

SPETTACOLI A PAGAMENTO NELLE SALE:
Manfred – Repertòrio N.2 –  Haunted –  Ritual II Embrace the darkness –  Blackmed Chapter VII

€. 10,00 INTERO
€. 8,00 RIDOTTO – Under 26 / Trenitalia Tper* / E’BAL card (valida per Repertòrio N.2)

PERFORMANCE A PAGAMENTO:
ROVINA, FABRICA [ AAMOD ],  (o), immersione nel suono di Speaking cables,  
Vibrant Bodies. Somatic Seas and Visionary Currents, thefutureisNOW?, donkey (iteration for Supernova)
€. 5,00 BIGLIETTO UNICO

ATTIVITA’ GRATUITE

Le classic c’est chic (iscrizioni a callmotus@gmail.com)Rêve (prenotazioni su Eventibrite https://www.eventbrite.com/e/reve-madre-collettivo-acid-tank-tickets-877255574037?aff=oddtdtcreator), Ciàlte Ciàlte… + SEMPRE QUA SIAMO (prenotazioni su Eventibrite https://www.eventbrite.com/e/cialte-cialte-sempre-qua-siamo-tickets-877330989607?aff=oddtdtcreator), The Last Lamentation

Gli incontriCorpi d’acqua, Can you still hear the bombs? I can hear them…
Le installazioni: His Dream,  ANARCHIVIO FABRICA
I workshop: The Last Lamentation, NOVA_LABORATORIA

(*tariffa ridotta riservata ai clienti Trenitalia Tper: titolari di Smart Card Unica, abbonati annuali o mensili, possessori di biglietto di corsa semplice per raggiungere Rimini durante i giorni dell’evento.)