Fuoco San Giuseppe piazzale Roma Giardino sul mare (foto di repertorio)

Sabato e domenica divertimento per i bambini e buon cibo. I riccionesi potranno comprare piccole fascine di legna messe in vendita dalla Croce Rossa a scopo benefico per alimentare la catasta allestita da Geat. Lunedì il grande falò sulla spiaggia con musica e performance artistiche fino alle prime ore del giorno di San Giuseppe

Lunedì 18 marzo all’imbrunire si accende la Fugaracia di Riccione per un grande e attesissimo appuntamento di comunità che, dalla spiaggia di piazzale Roma, saluta la stagione buia e fredda dell’inverno e l’arrivo della bella stagione, rappresentando simbolicamente per la città il risveglio di una primavera ricca di iniziative e eventi.

Un fuoco che quest’anno sarà alimentato dai pensieri e dalla generosità dei riccionesi. Sabato e domenica in piazzale Roma tutti i cittadini potranno infatti acquistare (a offerta libera, il ricavato sarà devoluto in beneficenza) una fascina di legna da un banco allestito dai volontari della Croce Rossa del comitato di Riccione in piazzale Roma. Ogni fascina, a cui ogni acquirente potrà allegare un pensiero, verrà aggiunta alla grande catasta allestita sulla sabbia da Geat. Un modo per bruciare simbolicamente insieme tutto ciò che di vecchio si vuole abbandonare, un gesto di buon auspicio per la nuova stagione.

Il programma per il weekend

Il tradizionale rito del grande fuoco di San Giuseppe diventa a Riccione un’occasione per condividere un momento di festa e riscoprire la bellezza di stare insieme come comunità che, quest’anno, abbraccia l’intero weekend del 16 e 17 marzo fino alla notte di lunedì 18 e alle prime ore del giorno di San Giuseppe, il 19 marzo. 

Anche quest’anno saranno i comitati d’area e i consorzi cittadini a farsi promotori dei due giorni di intrattenimento che precedono uno dei riti popolari più amati della tradizione romagnola: il Consorzio d’Area Viale Ceccarini di Riccione, il Comitato Promoalba-Viale Dante, l’Associazione Riccione Alba ed il Comitato Riccione Paese. 

I festeggiamenti iniziano sabato 16 e proseguono domenica 17 marzo in piazzale Roma, dalle ore 11 alle 22, dove si accendono, per il divertimento dei bambini, il castello, il Bruco mela e la Giostrina dei cavalli, e saranno presenti i food truck con le proposte gastronomiche da gustare all’aria aperta.

Fugaracia, Circus per i bambini e performance artistiche 

Lunedì 18 marzo, a partire dalle 17:30 e fino a dopo la mezzanotte, la Fugaracia entra nel vivo per celebrare il rito del fuoco, con il Circus per i bambini, l’animazione e l’allegria degli artisti di strada e la performance unica del  messicano Rulas Quetzal. L’esibizione unisce le abilità dell’artista nella manipolazione del fuoco al ritmo delle percussioni dando vita a un rituale antico tra suoni naturali e magia di luci che salgono verso il cielo. Allo spettacolo del fuoco si aggiungono la danza di Alice Atzeni in arte Aly Z, le esibizioni degli schioccatori di frusta della Rimini Dance Company. 

Food truck e dj set

Saranno aperti anche i food truck per cenare in compagnia sotto le stelle. Dopo l’imbrunire, alle 20,30, si accenderanno i bracieri  e il grande falò allestito  da Geat sulla spiaggia antistante piazzale Roma, mentre la musica del dj set accompagnerà il pubblico fino alle prime ore della giornata del 19 marzo dedicata a San Giuseppe.

“Ringrazio i Comitati e i Consorzi cittadini che si sono prodigati per la realizzazione di un evento a cui la nostra città è molto legata – dice l’assessore al Turismo del Comune di Riccione Mattia Guidi -. La Fugaracia è un evento che unisce simbolicamente la nostra comunità attorno al fuoco per dire addio all’inverno e spalancare le porte della città ai nostri ospiti, dando avvio a un ricco palinsesto di eventi”.