Stefano Bollani

I tagliandi sono già acquistabili sia online che allo Iat. Da lunedì in vendita anche i biglietti per il concerto di Roberto Vecchioni.

Sono in vendita da ieri i biglietti per il Concerto di primavera di Stefano Bollani in programma sabato 30 marzo nella sala Concordia del Palazzo dei congressi di Riccione. 

I biglietti possono essere acquistati in prevendita online su Ticketnation (https://bit.ly/stefanobollani_30marzo) o presso l’ufficio Iat al palazzo del Turismo (piazzale Ceccarini 11, orari di apertura: lun-ven 9-13, 14-18; sab-dom 9-17) a partire da oggi, venerdì 1 marzo. L’ingresso alla sala Concordia per il concerto di Stefano Bollani dal titolo “Piano solo” sarà consentito dalle 19,45 alle 20,45.

I biglietti per il concerto di Roberto Vecchioni previsto il 24 aprile saranno invece messi in vendita a partire da lunedì 4 marzo sia su Ticketnation che all’ufficio Iat. 

Stefano Bollani torna a esibirsi a Riccione, suo luogo del cuore: nel 2022, in occasione del San Martino d’Oro Città di Riccione, ha accompagnato al pianoforte la moglie riccionese Valentina Cenni, alla quale l’amministrazione comunale ha assegnato il prestigioso riconoscimento di Ambasciatrice di Riccione nel mondo, intonando insieme a tutta la platea un’indimenticabile Romagna mia.

Il Concerto di primavera è il primo grande evento della nuova stagione, un nuovo format che l’amministrazione comunale ha deciso di inaugurare in collaborazione con New Palariccione. Sarà Stefano Bollani il protagonista del Concerto di primavera, con un attesissimo live in piano solo. Per il pianista e compositore Stefano Bollani, reduce dal grande successo televisivo del programma Via dei matti n°0 condotto con Valentina Cenni, la musica è un gioco divertente da reinventare di volta in volta. L’artista gioca in modo sempre diverso, improvvisando sul momento con diverse band e con grandi artisti, tra cui Richard Galliano, Bill Frisell, Paul Motian, Chick Corea, Hamilton de Holanda, Caetano Veloso, Hector Zazou, Chucho Valdés e il suo mentore Enrico Rava. 

Ma l’essenza del guizzo comico di Bollani, del suo spirito gioioso e della sua versatilità nel fare musica probabilmente si esprime al meglio quando si esibisce da solo. Non è un caso se i suoi concerti più popolari sono quelli in piano solo, dove è completamente libero, le sue qualità di allegro intrattenitore hanno un ruolo centrale e il suo pubblico è maggiormente coinvolto. Bollani accoglie l’umore del pubblico a ogni concerto; adora intrattenere e sorprendere gli spettatori, come anche sé stesso. 

Nei suoi concerti si lascia guidare dalla musica (e dal pubblico), affascinando i suoi ascoltatori, passando dall’essere lirico a comico, improvvisando, smontando e ricostruendo le melodie di quello che sembra essere un repertorio infinito di canzoni popolari italiane, classici del jazz americano, musiche brasiliane e di altri paesi sudamericani, arie di opere italiane, compositori classici del XX secolo e composizioni proprie. 

Il clou di questi concerti in piano solo è il finale, quando Bollani chiede al pubblico di scegliere dieci titoli che vorrebbe sentirgli suonare. Li scrive su un foglio, sorride e si lascia andare per creare immediatamente un medley improvvisato tipo jukebox, mescolando musica spesso diversa in modo perfettamente naturale, come se i brani più disparati fossero da sempre concepiti per essere suonati insieme. E Bollani si gode il gioco.

Informazioni: concerti@palariccione.com