Sabato 17 febbraio la stagione delle commedie dialettali si chiude alla Granturismo con “L’America” di Pier Paolo Gabrielli 

Si chiude sabato 17 febbraio al Palazzo del Turismo di Riccione la rassegna di commedie dialettali made-in-Romagna “La Sgrignarèla” a cura dell’Associazione Famija Arciunesa.

l 6 gennaio, la rassegna ha portato in scena alcuni dei più popolari personaggi dell’immaginario e della cultura della riviera romagnola con divertimento, irriverenza, autoironia e momenti che, con il disincanto della poetica romagnola e la spontaneità del dialetto, hanno saputo suggerire arguti spunti di riflessione sulla condizione umana e la società moderna. 

Sabato 17 alle ore 20:30 alla Sala Granturismo (piazzale Ceccarini, 11) il gran finale è con la commedia brillante in tre atti “L’America” di Pier Paolo Gabrielli, autore e regista riccionese pluripremiato per le sue opere in dialetto, e interpretata dalla compagnia “La Carovana”. 

La commedia racconta che in zona nel passato vivesse una donna, un donnone; si dice fosse gigantesca, alta, spalle larghe, dal fisico possente con una forza e dei muscoli da far invidia. Era buona d’animo ma di carattere un poco irascibile. Si dice anche che avesse una sorella di nome Italia, un po’ minuta e con un marito con poca voglia di lavorare. Vissuta con un padre burlone, la donna era di poche parole, usate al posto giusto e al momento giusto. Con lei bisognava rigare dritto, perché lei era l’America.

La rassegna in lingua dialettale “La Sgrignarèla” ha unito le radici e i valori della tradizione alla solidarietà grazie alla scelta della Famija Arciunesa di Riccione di devolvere l’intero ricavato della vendita dei biglietti alle associazioni di volontariato operanti nel territorio.  Per informazioni: Famija Arciunesa tel. 0541 643884/3284856703.