Una ragazza pratica lo yoga nella piazza sull’acqua davanti al Ponte di Tiberio (foto di repertorio)

Dopo i ponti primaverili, un grande maggio trainato dagli eventi fieristici e congressuali porta verso un inizio di stagione da incorniciare con Vasco, ponte del 2 giugno e Rimini Wellness

Le prospettive per la seconda parte della primavera e l’avvio dell’estate si avviano sotto i migliori auspici. Dopo un soddisfacente primo trimestre e un buon aprile con i suoi ponti, nonostante un meteo incerto e previsioni meteo ancora più incostanti, si apre un mese di maggio trainato da importanti appuntamenti fieristici e congressuali, a partire da Macfrut, la Fiera internazionale dell’ortofrutta (3 – 5 maggio), che quest’anno propone un’edizione che vede una crescita dell’area espositiva pari al 35% per un totale di 1.100 espositori, con il raddoppio della presenza internazionale. In contemporanea si aggiunge anche Fieravicola 2023, manifestazione a cadenza biennale, anch’essa con una forte presenza di buyer internazionali. E’ poi la volta di Expodental, dal 18 maggio. Continua anche il calendario dei grandi eventi e spettacoli, come lo spettacolo di Angelo Pintus (6 maggio) e il concerto di Biagio Antonacci (13 maggio) o gli eventi sportivi come il Tchoukball Festival (12 – 14 maggio) sulla spiaggia di Viserba.

Ma è andando verso il mese di giugno che si registrano numeri da record, con apice il lungo weekend del 2 giugno che già da oggi vede un’occupazione da tutto esaurito grazie alla contemporaneità del ponte della Festa della Repubblica, con eventi del calibro di Rimini Wellness, delle due date (soundcheck e data zero) di Vasco Rossi e il Roud Pirelli dell’Emilia Romagna.

“L’occupazione delle strutture alberghiere legate agli eventi – commenta Valeria Guarisco di Visit Rimini – già da oggi è in grado di far vedere risultati di tutto rilievo. Si parte con Macfrut dal 3 al 5 maggio che, assieme a Fieravicola, spinge le presenze al 68% di occupazione. È poi la volta di Expodental dal 18 maggio con il 63% di riempimento. Approfondendo poi il periodo di Pentecoste (dal 27 maggio all’11 giugno), gli ospiti provenienti dai paesi stranieri raggiungono il 45%, con netta prevalenza del mercato di lingua tedesca. E poi si arriva a un grande inizio di giugno, che già da oggi vede un’occupazione che si avvia al tutto esaurito. Rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, le prenotazioni riferite all’intero mese di giugno sono superiori a quelle dello scorso anno e le richieste continuano ad arrivare senza sosta”.

“Il ponte del 2 giugno, il concerto di Vasco Rossi e la fiera di Rimini wellness che si svolgerà negli stessi giorni – così il Sindaco di Rimini, Jamil Sadegholvaad – ci permetteranno di concludere maggio e iniziare il mese di giugno con il botto. Gli operatori segnalano che tanti fan di Vasco Rossi approfitteranno dell’occasione del concerto allo stadio per trascorrere l’intero weekend a Rimini e alcuni l’intera settimana. Segno che Rimini è ormai una meta apprezzata per la ricchezza complessiva dell’offerta turistica, che comprende il mare, la cultura, lo sport e gli eventi. La data zero di Vasco al ’Romeo Neri’ per Rimini rappresenta quel salto di qualità su cui abbiamo lavorato in questi anni e sul quale continuiamo a lavorare per rendere strutturale la molteplicità di servizi, grandi eventi e proposte uniche, con l’obiettivo di mantenere la leadership di Rimini più grande industria turistica d’Italia. Siamo davanti a segnali concreti che già ci fanno guardare con ragionato ottimismo alla stagione che abbiamo davanti come a quella che ci può far superare i livelli pre-pandemia. Certamente la mancanza del turismo russo ha le sue conseguenze per il comparto, ma l’appeal della nostra destinazione capace di rinnovarsi e riqualificarsi ha potuto compensare alla grande, attirando quote aggiuntive di mercati esteri con in primis i mercati di prossimità, Germania, Austria, Svizzera”.