Bosco d'inverno a Riccione

Ecco gli appuntamenti dedicati a tutta la famiglia

Dalle iniziative culturali per scoprire i tesori nascosti di una terra ricca di arte e storia agli eventi da vivere insieme a tutta la famiglia. Senza dimenticare naturalmente i percorsi enogastronomici, lo sport e il benessere e la magia unica e irripetibile dei presepi natalizi. Un ampio cartellone di proposte attende i visitatori che nel periodo a cavallo tra dicembre e gennaio faranno tappa in Romagna per godersi le festività di Natale, Capodanno e dell’Epifania. Ce n’è davvero per tutti i gusti e per tutte le età. Ecco allora alcuni suggerimenti, divisi in aree tematiche, per orientarsi nella scelta degli appuntamenti da non perdere. “La passione che ti accende!” è il claim scelto per raccontare il Natale e il Capodanno in Romagna. Una terra che anima passioni e accende sorrisi e calore. Una energia che illumina le feste natalizie. Al centro delle proposte esperienze “green” e di “slow tourism”, di arte e cultura, di tradizioni locali, di relax e benessere, di grandi eventi nelle piazze, tradizionali mercatini e presepi.

I temi della sostenibilità e dell’attenzione per l’ambiente si rispecchiano nella componente grafica con la scelta del colore verde protagonista assoluto degli elementi visivi e degli addobbi che vestono a festa le varie località.

La guida completa agli eventi è disponibile sul portale www.visitromagna.it e www.capodannoromagna.it

Eventi per la famiglia

Grandi e piccini avranno la possibilità di cimentarsi in straordinarie evoluzioni sui pattini a Misano Adriatico con Misano on Ice: in piazza Repubblica trova posto una pista di ghiaccio di 450 metri quadrati, a disposizione di grandi e piccini, tutti i giorni, dalle 15.00 alle 20.00 e i festivi e prefestivi dalle 10.00 alle 23.00.

A Ferrara i visitatori possono immergersi nell’atmosfera magica del Winter Park, al Parco Coletta, il grande villaggio con una rassegna di eventi, spettacoli e animazioni ludiche a tema Natale.

A San Mauro Mare in piazza Cesare Battisti prende vita l’Xmas Village con appuntamenti per grandi e piccini e la Slitta di Babbo Natale.

Da non perdere le visite nei parchi tematici della Romagna, che in occasione del Natale aprono le loro porte ai visitatori di ogni età. Fino all’8 gennaio all’Acquario di Cattolica ci si diverte ancora di più con allestimenti a tema e la possibilità, per i più piccoli, di truccarsi e trasformarsi in personaggi del magico Natale. I baby pinguini Becchetto, Piumino e Pinguetta aspettano il pubblico per festeggiare insieme.A Oltremare di Riccione Ulisse, Mia e gli altri delfini aspettano grandi e piccini nella Laguna più bella d’Europa. Nella Piazza del Parco, trasformata nel Porto di Natale, in compagnia di Ulisse mascotte, ci si immergerà in un’atmosfera incantata tra abeti, scenografie a tema, truccabimbi, il grande faro e migliaia di luci, per un gran finale di dolci e sorprese. Per il periodo di Natale Italia in Miniatura a Rimini sarà addobbata a festa, e nella magica Piazza Italia il pubblico sarà accolto con il grande albero di Natale, truccabimbi, per trasformare i piccoli ospiti nei loro personaggi preferiti e centinaia di luci. Inclusi nel biglietto ci sono anche le attrazioni Venezia, Esperimenta e Pinocchio.

Il 26 dicembre nell’isola pedonale di Bellaria-Igea Marina appuntamento con la “Space Family”, la famiglia più spaziale dei social incontrerà i fan per fotografie e… tanti scherzi.  

Scintillante il Natale di Cesena: oltre alle tradizionali luminarie, piazza del Popolo è adornata con il videomapping, grazie a sei proiettori, sia sul lato Rocca, sia sul lato delle abitazioni private, per un gioco di luci suggestivo ed emozionante.

Riccione risplende con “Il bosco d’inverno”, tra architetture di luce, scenografie, installazioni artistiche e botaniche pensate e realizzate per trasformare lo spazio urbano del centro in quello che è anche il Natale dei Cento anni della Città di Riccione.

Dante incontra il Natale a Milano Marittina con “MiMa Wonderland”. Riflettori puntati sul Christmas Universe, un universo di stelle, lune e sfere luminose, dedicate al Sommo Poeta Dante Alighieri.

Sant’Agata Feltria si trasforma nel Paese del Natale: i visitatori, percorrendo le strade e le piazze, possono ascoltare il suono dolce e caratteristico delle zampogne ed ammirare nel contempo gli incantevoli presepi artigianali diffusamente esposti e gli artistici diorami d’autore.

Enogastronomia in salsa natalizia

A Natale i più golosi potranno sbizzarrirsi tra sagre, mercatini, laboratori e feste di piazza. Il tutto ovviamente all’insegna della tradizione.  Sulle tavole romagnole vengono sempre presentati prodotti genuini provenienti direttamente dal mare o dall’entroterra. È possibile assaporare il mare in tutte le sue forme culinarie, cappelletti e passatelli sono una passione innata, così come la morbidezza dello squacquerone, mentre si gustano vini robusti e sinuosi.

Tra i protagonisti assoluti, a livello culinario, ci sarà sua maestà il torrone, già celebrato dalla Sagra di Faenza dell’8 dicembre. Sempre a Faenza l’Ente Ceramica presenta “La tavola della festa!”, un maxi allestimento corale, in cui ogni ceramista interpreta il “posto tavola” con forme e stili personali.

Sant’Agata Feltria, come ormai da tradizione, torna a essere il Paese del Natale: tra presepi artigianali, mercatini e il suono delle zampogne, sarà possibile assaporare “I Piatti dell’Avvento”, preparati nel rispetto degli usi e delle tradizioni del Natale santagatese, un percorso gastronomico a cura di ristoranti, trattorie e locande.

Tutto da scoprire lo street food, abbinato ai prodotti natalizi ed enogastronomici di qualità (cioccolato, vino, miele), in Piazza del Popolo a Ravenna, che ospita “I capanni del Natale”.

Storia ed enogastronomia saranno il filo conduttore delle passeggiate alla scoperta del Borgo di Verucchio, culla dei Malatesta, con visita guidata alla Rocca o al Museo e al termine degustazione di prodotti del territorio (olio, vino e miele).

A Bagno di Romagna da non perdere i mercatini in centro storico con animazione, gonfiabili e musica con Frixi band. Mercatino per le vie del paese e Casetta della Pro Loco con tortelli alla lastra, caldarroste e vin brulè….. e per i più piccini zucchero filato e pop corn.

Immancabile, nell’itinerario di ogni buongustaio, una tappa a Casa Artusi, primo centro di cultura gastronomica dedicato alla cucina domestica, a Forlimpopoli.

Sport e benessere

Tanti gli spunti e le proposte che la Romagna offre a chi non vuole rinunciare allo sport e all’attività fisica anche durante il periodo delle festività.

Lo sport sarà protagonista del Natale a Forlì: Piazza Saffi accoglie una pista sintetica da pattinaggio ecologica e due piste da curling. All’interno della piazza prende vita un vero e proprio labirinto verde, con suggestioni sonore e luminose.

I più sportivi possono armarsi di ciaspole e affrontare una delle tante escursioni lungo i sentieri di Santa Sofia, Bagno di Romagna, Premilcuore, alla scoperta dei rilievi del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi.

Altrettanto ricco di fascino è il Parco del Sasso Simone e Simoncello, al confine tra Romagna e Marche.

E dopo aver bruciato calorie, non può mancare un momento di relax nei centri termali di Fratta Terme, Bagno di Romagna, Castrocaro Terme, Riolo Terme, tutti ricchi di pacchetti benessere, acque rigeneranti e percorsi wellness.

A Cervia il 6 gennaio sarà il giorno del tradizionale primo tuffo dell’anno in mare, alle ore 15 sulla spiaggia di Tagliata.

Arte e cultura

Romagna: una terra ricca di luoghi d’arte, monumenti, chiese, musei, esposizioni permanenti e gallerie. Perché non approfittare delle festività natalizie per andare alla loro scoperta?

A Ferrara fino al 22 gennaio sarà possibile visitare la mostra “Carlo Guarienti. La realtà del sogno” al Castello Estense, che presenta al pubblico oltre cento opere, tra dipinti e sculture, attraverso le quali viene indagato l’ampio e articolato percorso dell’artista, segnato da un constante, quanto coerente, processo di metamorfosi.

Durante il periodo delle feste, il centro storico di Ravenna torna a illuminarsi grazie alla rassegna Ravenna in luce, un percorso di visita e stupore per ammirare straordinarie creazioni luminose, frutto della mente visionaria di artisti del video mapping. Fino all’8 gennaio video proiezioni architetturali rivestiranno di luce la Basilica di San Francesco, luogo iconico legato alla storia e alla memoria della città. Un viaggio immaginifico sull’architettura della basilica con lo spettacolo La Luce delle Parole con scene oniriche e magiche visioni in omaggio alla figura di Dante Alighieri.

La cultura sarà uno dei fili conduttori del Capodanno a Rimini, che propone una lunga notte diffusa con musei aperti e gratuiti (dalle ore 21) e visite guidate fino alle 2 di notte al Palazzo del Fulgor, Part, Teatro Galli, Domus e Museo della città e con dieci diversi spazi del centro cittadino, ognuno con una proposta artistica diversa

Le festività saranno l’occasione per un viaggio alla scoperta del patrimonio storico della Biblioteca Gambalunga. Un invito a visitare le sale antiche del seicentesco palazzo Gambalunga, dove sono custoditi i volumi più prestigiosi e i preziosi arredi della prima biblioteca civica in Italia. Gli ingressi sono limitati ed è necessaria la prenotazione. In occasione delle festività natalizie le visite raddoppiano con due appuntamenti nei mesi di dicembre e gennaio: sabato 24 e 31 dicembre 2022 e sabato 7 e 28 gennaio 2023. Inoltre è possibile richiedere visite guidate a pagamento presso gli Uffici Musei Comunali. 

A Santarcangelo troverà invece spazio “Era una notte buia e luminosa”, la mostra di arte pubblica di Fabrizio Corneli, un viaggio all’interno del centro storico che crea sulle pareti degli edifici immagini proiettate grazie all’utilizzo di luci e a strategiche zone d’ombra, che insieme danno vita alle opere dell’artista. Dal Municipio a piazza Marconi, dalle grotte al giardino del Musas fino ai vicoli del centro storico, la mostra sarà visitabile liberamente o con guida.

La magia dei presepi

Innovativi, tradizionali, di sabbia o realizzati dalle mani di sapienti artisti. Quella dei presepi è una consuetudine che si rinnova, trasformando le piazze della Romagna e le vie dei borghi in allestimenti a cielo aperto per celebrare la Natività.

Il bellissimo borgo medioevale di Longiano propone un itinerario culturale tra 100 presepi dislocati nelle vie del centro storico.

A Comacchio è possibile ammirare i suggestivi Presepi sull’acqua allestiti nelle chiese, sotto le arcate dei ponti e lungo i canali del centro storico.

Doverosa una tappa al sentiero “Monte dei preti” di Bertinoro, che ospita un presepe unico nel suo genere, all’interno dell’antica grotta, utilizzata in tempo di guerra come rifugio e nei secoli precedenti come passaggio, ghiacciaia e conserva. All’interno è stata collocata l’opera “Ascolta Israele” dell’artista cesenate Franca Rossi.

Il Natale a Mercato Saraceno sarà animato anche dalla Mostra Presepiale presso lo Spazio polivalente del Comune, in piazza Mazzini, con i presepi della tradizione popolare riprodotti con minuzia di particolari.

Tante celebrazioni della Natività a Rimini con un viaggio nei presepi che rievoca la tradizione contadina e quella marinara, siano essi fatti di sabbia e acqua di mare, come il presepe a Torre Pedrera, o composte da miriadi di meccanismi mobili o da figuranti in costume. Rappresentazioni artistiche e multietniche, che si aprono anche alle tradizioni dei diversi continenti, come i Presepi dal mondo promossi dalla Caritas – Migrantes.

Sempre sulla costa, in direzione nord, nel comune di Bellaria Igea Marina la Natività prende forma con l’11esima edizione del Presepe di sabbia realizzato sul lungomare, nella piazzetta Alda Merini, con 100 tonnellate di sabbia.

Da non perdere a Cesenatico il tradizionale Presepe della Marineria, l’unico galleggiante in Italia, realizzato sulle tolde delle barche d’epoca, lungo il tratto più antico del Porto Canale leonardesco.

Per info

www.capodannoromagna.it 

www.visitromagna.it