Interno del teatro Galli (foto Comune di Rimini)

Mercoledì 28 settembre (ore 21) al Teatro Galli si apre il ciclo cameristico della 73esima Sagra Musicale Malatestiana 

Sulle ali di una libellula scelta per titolo del concerto prende avvio mercoledì 28 settembre – ore 21 – il ciclo di musiche da camera proposto dalla Sagra Musicale Malatestiana. Sotto i riflettori la violoncellista Naomi Berril, versatile polistrumentista che si presenta a Rimini in duo con l’affermata violista Danusha Waskiewicz in un programma di composizioni originali presentate nella cornice della Sala Ressi del Teatro Galli. Sono musiche ripensate e arrangiate perché le variazioni di Johann Sebastian Bach o i songs di Dowland o di Britten possano prendere una nuova consistenza sonora: così il Seicento di Purcell può entrare in naturale risonanza con il Novecento di Bartók. 

DragonFly è un atlante dove musica colta e popolare rovesciano le attese dell’ascoltatore. “Il risultato intende essere una performance magnetica e sognante, ricca di intensità e passione” promettono le due soliste che hanno scelto la figura della libellula – dragonfly – per rappresentare l’insostenibile leggerezza della musica da loro suonata ma anche cantata 

Al Teatro Galli il ciclo di appuntamenti dedicati alla musica da camera continuerà con il recital di Mariangela Vacatello, pianista di spiccata sensibilità che affronterà (15 ottobre) pagine di Chopin e Skrjabin.  

Seguirà un appuntamento con i quattro archi e le opere di Haydn, Beethoven e Elgar che segnerà il debutto a Rimini dell’eclettico Doric String Quartet (27 ottobre), nato dalla fusione fra musicisti di formazione e provenienza diverse che hanno maturato una straordinaria intesa nell’affrontare il repertorio destinato all’ensemble per eccellenza della musica da camera. 

Appositamente immaginato per la Sagra Musicale Malatestiana sarà il programma affrontato dai musicisti della WunderKammerOrchestra diretti da Carlo Tenan (5 novembre) con la partecipazione del mezzosoprano Helen Walter e ispirato a Beethoven e alla sua raccolta dai Volkslieder dove il musicista creò originali arrangiamenti delle canzoni popolari europee.  

Infine una originale trascrizione del balletto delle Quattro Stagioni dai Vespri siciliani di Verdi sarà presente nel concerto con cui I Musici (30 novembre) incontreranno il giovanissimo violinista Giuseppe Gibboni che si è aggiudicato l’ambitissimo primo premio al Concorso Paganini.  

Ingresso unico: 12 euro. Biglietteria: dal martedì al sabato dalle 10 alle 14 il martedì e il giovedì anche dalle 15 alle 17.30. Informazioni: 0541 793811 biglietteriateatro@comune.rimini.it