Il 18 e 19 giugno torna “Al Meni”

Al via la nona edizione della manifestazione in Piazzale Fellini, con cooking show, street food gourmet, laboratori, artigiani, contadini. Domani il déjeuner sur l’herbe stellato nel giardino Grand Hotel  

Si è alzato il tendone del circo dei sapori di Al Mèni, la grande kermesse del gusto che nella sua nona edizione torna in piazzale Fellini, per un fine settimana nel quale i grandi chef incontrano i contadini e gli artigiani, dove la tradizione sposa l’innovazione.  “Per avere una visione devi avere un piede nel passato per sapere da dove vieni, ma soprattutto un piede nel futuro, da costruire, pensando in grande” spiega Massimo Bottura, lo chef ambasciatore della cucina italiana nel mondo, che questa mattina ha acceso i fornelli di Al Mèni, insieme al sindaco di Rimini Jamil Sadegholvaad, all’assessore al turismo della Regione Emilia Romagna Andrea Corsini e ai tanti protagonisti dell’evento, a partire dai cuochi di CheftoChef emiliaromagnacuochi, a Rimini Street Food e Slow Food Emilia Romagna. E per il futuro di Al Mèni Bottura guarda oltreoceano, “vogliamo portare il circo negli Stati Uniti, a New York, sarebbe bellissimo. Abbiamo talmente tanti talenti che dobbiamo solo metterci insieme, fare sistema, e guardare al mondo”.  “Al Mèni racchiude il senso della direzione che ci siamo voluti dare come territorio – sottolinea il sindaco Jamil Sadegholvaad – con la consapevolezza di avere tanto da offrire, eccellenze enogastronomiche, culturali, artistiche. Quest’anno abbiamo voluto tematizzare Al Mèni dedicandolo al Mediterraneo, il nostro bacino comune di vita, di storia, di civiltà. La nostra casa comune”. 

Dopo l’apertura ufficiale, la parola è passata agli chef, con gli showcooking a rotazione nella grande cucina a vista nel circo. Ad accendere la magia, Jessica Rosval (Casa Maria Luigia) e Matteo Zonarelli (Osteria Farancescana).  Oggi e domani spazio al mercato dei prodotti di eccellenza, il Lab Store Speciale Matrioška, l’area dedicata allo Street Food intorno al circo, gli incontri dedicati al tema del Mediterraneo nel tendone di Slow Food, i personal shopper che condurranno i visitatori alla scoperta dei prodotti in vendita nei banchetti del mercato di CheftoChef.  

Questo il programma della seconda giornata di Al Meni, domenica 19 giugno (il programma completo qui: programma_libretto_a5_1.pdf (riminiturismo.it)

dalle ore 10 a sera Lungomare Tintori  

IL MERCATO DI AL MENI  

Il mercato di Al Meni porta le eccellenze dei prodotti enogastronomici emiliano-romagnoli con una vetrina straordinaria. Il tema portante è quello dei migliori prodotti emiliano romagnoli con qualche incursione ai confini. I produttori saranno ancora i protagonisti attraverso il racconto delle loro produzioni e fra loro potremo trovare alcuni produttori di Parmigiano Reggiano, i salumi di suino di razza Mora Romagnola con le splendide Mortadelle Presidio Slow food, miele e zafferano, prodotti innovativi fermentati e l’aglio di Voghiera bianco e nero, panificatori straordinari da Bologna agli Appennini Romagnoli, oltre che l’eccellenza di frutta e verdura. Con loro, la carne da cortile, i produttori del peperoncino Romagnolo e tanti altri ancora. Uno spazio come sempre è dedicato ai produttori dei Presidi Slow Food. 

dalle ore 10 a sera Piazzale Fellini 

SPECIALE MATRIOSKA 

Di fronte al Circo 8 e ½ si produce meraviglia con i manufatturieri di Matrioska labstore. Nasce così una preziosa capsule di 24 artigiani e designer selezionati e progetti unici che unisco[1]no la passione per il cibo e quella per il fatto a mano, un salone a cielo aperto all’insegna dell’inventività e del saper fare. Nel dedalo ordinato dei cubi in tubi innocenti troveremo ceramiche, profumi, abiti sartoriali, oggetti unici di design, bijoux, t shirt, quaderni rigorosamente fatti a mano. 

dalle ore 10 a sera Piazzale Fellini 

PROGETTI BLUEAT – ALIEN IS GOOD ALIEN IS FOOD E HADRIA 37 

Al Meni offre una vetrina a due importanti progetti di sensibilizzazione ambientale ed alimentare. Il progetto Blueat – Alien is good Alien is food realizzato dall’associazione Mariscadoras punta ad aprire nuovi scenari sulla gestione ed utilizzo delle Specie Aliene che a causa della trasformazione dell’ambiente marino sono e saranno sempre più presenti nel Mediterraneo. Il progetto Hadria 37 di Mariano Guardianelli, chef di “Abocar due cucine” è un progetto di valorizzazione territoriale mirato a promuovere i prodotti ittici nostrani, segnalandone la provenienza, la stagionalità e le peculiarità che ne contraddistinguono l’eccellenza. 

dalle ore 10 alle 23 Piazzale Fellini 

LO STREET FOOD STELLATO 

Attorno al Circo, speciali punti street food gourmet portano il meglio della produzione artigiana nella rotonda di piazzale Fellini. 

ore 10.30 Ritrovo allo spazio Slow Food Emilia Romagna – Chef to Chef  

TERRA MEDITERRANEA: LA SPESA RAGIONATA AL MERCATO DEI PRODUTTORI E DEGLI ARTIGIANI DI AL MENI COL PERSONAL SHOPPER I personal shopper di Slow Food accompagneranno turisti e food lovers alla scoperta dei prodotti del Mercato di Al Meni e dei Presìdi Slow Food presenti. Percorsi per gruppi di massimo 10 persone.  

ore 11 nello spazio Slow Food Emilia-Romagna e Chef to Chef  

TERRA MEDITERRANEA LAB STILE MEDITERRANEO Con l’aggettivo “mediterraneo” non si indica solo una tipologia di dieta, ma un vero e proprio stile di vita: buono per la salute e sostenibile. Una riscoperta del “ben vivere” e della longevità attraverso ricette per tutti i gusti e le stagioni. a cura dei formatori Slow Food Micaela Mazzoli e Matteo Monti  

dalle ore 12,30 alle 15 Grand Hotel  

DÉJEUNER SUR L’HERBE  

I cancelli del Grand Hotel si apriranno per un pic nic speciale, organizzato nei giardini dello splendido Hotel liberty caro a Fellini, a cura di Claudio di Bernardo, chef del Grand Hotel di Rimini, e Roberto Rinaldini, maestro di pasticceria, in collaborazione con Massimo Bottura e gli chef di Al Meni. Disponibilità limitata, costo € 55 su prenotazione, [email protected] 

ore 12.30 nello spazio Slow Food Emilia-Romagna e Chef to Chef 

TERRA MEDITERRANEA: LE INTERVISTE DOPPIE LO CHEF FACCIA A FACCIA COL PRODUTTORE a cura della giornalista Laura Giorgi e dell’agronomo Daniele De Leo  

ore 16.30 nello spazio Slow Food Emilia-Romagna e Chef to Chef  

TERRA MEDITERRANEA: LA SPESA RAGIONATA AL MERCATO DEI PRODUTTORI E DEGLI ARTIGIANI DI AL MENI COL PERSONAL SHOPPER I personal shopper di Slow Food ccompagneranno turisti e food lovers alla scoperta dei prodotti del Mercato di Al Meni e dei Presìdi Slow Food presenti. Percorsi per gruppi di massimo 10 persone.  

ore 16 nello spazio Slow Food Emilia-Romagna e Chef to Chef  

TERRA MEDITERRANEA LAB PANE AL PANE A cura dei formatori Slow Food Micaela Mazzoli e Matteo Monti 

ore 18 nello spazio Slow Food Emilia-Romagna e Chef to Chef TERRA MEDITERRANEA: RACCONTI “CHILOMETRO CONSAPEVOLE” l’autore Carlo Catani presenta il libro scritto a quattro mani con il fondatore di Slow Food Carlo Petrini, partecipa lo chef Marco Ambrosino. a cura della giornalista Laura Giorgi  

ore 19 nello spazio Slow Food Emilia-Romagna e Chef to Chef TERRA MEDITERRANEA ON STAGE “E-RISALUTAMI TUO FRATELLO” spettacolo di parole, musica e ricette per raccontare l’Emilia-Romagna attraverso i suoi prodotti Dop e Igp di Marco Ligabue e Andrea Barbi.  

PROGRAMMA COOKING SHOW 19 GIUGNO 

CHEF DEL MATTINO  

12:30 Fatih Tutak (TURK Fatih Tutak) Michele Bacilieri (Cucina Bacilieri)  

13.30 Mirali Dilbazi (Mirali) Mario Ferrara (Scacco matto)  

CHEF DELLA SERA  

19.00 Marco Ambrosino (28 Posti) Isa Mazzocchi (La Palta)  

20.00 George Papazacharias e Thanos Feskos (Delta) Giovanni Cuocci (La Lanterna di Diogene) 21.00 Florencia Montes (alla ricerca del suo nuovo spazio) Raffaele Liuzzi (Locanda Liuzzi) 

22.00 Andrea Medici (Osteria di Scandiano)