Alpini a Rimini

Il 95% degli hotel aperti e verso il tutto esaurito. La logistica della quattro giorni e l’impatto sulla viabilità cittadina

Manca meno di un mese all’arrivo delle penne nere, per la prima volta a Rimini. Dal 5 all’8 maggio, per quattro giorni, Rimini diventa la capitale degli alpini con una festa straordinaria che porterà nelle piazze e nelle strade della città centinaia di migliaia di alpini coinvolti in tante iniziative per testimoniare l’impegno costante di questo Corpo che si manifesta nelle situazioni più significative della vita delle nostre comunità.

Sarà un’edizione speciale e molto sentita quella della “93^ Adunata Nazionale Alpini Rimini – San Marino”. Innanzitutto, perché sarà la prima del secondo centenario e l’occasione per festeggiare per la prima volta i 100 anni dalla prima adunata nazionale, anniversario che non è stato possibile celebrare nel 2020 quando l’adunata riminese era stata programmata inizialmente, spostata poi al 2021 e infine rinviata nel maggio 2022. E poi perché il 2022 coincide con i 150 anni dalla costituzione del Corpo degli alpini e con i 100 anni di fondazione della sezione Bolognese Romagnola.

Sono circa 450.000, secondo gli organizzatori dell’Associazione nazionale alpini (Ana), le presenze stimate fra giovedì e domenica, tra iscritti e affezionati, in grado di generare un lungo week end da tutto esaurito, tra prenotazioni alberghiere e ristorazione e un indotto superiore ai 150 milioni di euro. Un immediato indotto economico, ma anche un’importante opportunità di visibilità e promozione turistica per l’Emilia Romagna e la sua Riviera, grazie alla veicolazione dei tanti volti dell’offerta di vacanza regionale nei numerosi strumenti informativi dell’Adunata (sito web ufficiale, house organ), oltre alla distribuzione diretta di materiali promozionali alle migliaia di partecipanti all’evento.

Come noto, l’adunata riminese vedrà il clou domenica 8 maggio con la partecipazione alla sfilata finale di circa 80mila alpini, tra i circa 340mila iscritti all’Ana, suddivisi in 110 sezioni, di cui 80 in Italia e 30 all’estero. Il passaggio della sfilata può durare tra le 10 e le 12 ore, la maggior parte delle Sezioni sfila preceduta da una banda o da una o più fanfare: in sfilata le formazioni musicali saranno non meno di ottanta. Con le rispettive Sezioni sfilano anche i Cori alpini, che saranno una sessantina.

Ma, prima della grande sfilata di chiusura, sono davvero molti i momenti significativi della quattro giorni riminese: dal lancio sullo Stadio – giovedì 5 maggio – di circa dodici paracadutisti -tutti alpini, paracadutisti dell’Ana – all’esibizione di tutte le fanfare di cui il Corpo dispone (sono 33), alla sfilata della 18 Bandiere di Guerra, ovvero tutte quelle dei reparti compresi nel Comando Truppe Alpine, che quest’anno festeggia insieme all’Ana il 150° anniversario di fondazione del Corpo degli Alpini, fino alla mostra storica sui 150 anni del Corpo degli alpini, accanto alla Cittadella degli Alpini in piazzale Fellini che, assieme all’ospedale da campo e al campo scuola al parco XXV Aprile e alle mostre documentali al Museo della città, e alla cittadella storica in piazza Malatesta, saranno visitabili a partire da giovedì mattina (il programma giorno per giorno su https://www.adunatalpini.it/il-programma/).

“Siamo onorati- commenta il Sindaco Jamil Sadegholvaad– di poter ospitare, per la prima volta in Romagna, un evento di una portata straordinaria, nel clima di una festa, che consolida il rapporto che ci lega ad un corpo che testimonia quotidianamente i valori di solidarietà e impegno civile al servizio della comunità. Rimini è da sempre la capitale dell’ospitalità, la meta sognata delle vacanze ed è pronta ad ospitare questo raduno con l’orgoglio e la consapevolezza che in città verrà portata una ventata di cordialità e un segno di convivenza civile. Sapremo accogliere gli alpini con il nostro ‘dna’ ospitale e con la vicinanza agli ideali comuni di solidarietà e fratellanza”.

“L’Adunata Nazionale – dichiara Sebastiano Favero, Presidente dell’Associazione Nazionale Alpini -è l’evento che meglio simboleggia lo spirito e l’essenza dell’Associazione Nazionale Alpini. Le penne nere accorrono a centinaia di migliaia, da ogni parte del pianeta, coi loro famigliari e amici, per dare vita a un incontro unico al mondo, in cui affiancano agli aspetti festosi al piacere di stare insieme e l’orgoglio di testimoniare i loro valori di pace, solidarietà e fratellanza, valori che li animano da oltre un secolo. La pacifica invasione delle penne nere è un abbraccio alla città che li ospita, nel rispetto e nel godimento delle sue caratteristiche: è intenso e costruttivo e lascia sempre un ricordo eccellente in quanti hanno avuto la fortuna di viverlo. A Rimini e San Marino siamo certi che questi aspetti saranno ancor più accentuati dalla tradizionale predisposizione all’accoglienza della gente romagnola. Buona adunata a tutti, quindi. Viva l’Italia, viva Rimini e San Marino e viva gli Alpini.

  • La macchina organizzativa – la logistica

In attesa dell’appuntamento di maggio prossimo, la complessa macchina organizzativa è entrata nel vivo e, in considerazione dell’enorme flusso che si riverserà nell’area riminese, è stato definito, in coordinamento con la Prefettura, la Questura, la Polizia Locale, i Vigli del fuoco e l’Asl, il piano per la logistica, la sicurezza e le limitazioni della viabilità. A partire dalla totale interdizione della cosiddetta ‘zona rossa’ a qualunque mezzo nella giornata di domenica 8 maggio e la chiusura di tutte le scuole cittadine nella giornata di sabato 7 maggio.

  • Le aree dell’evento

L’evento coinvolgerà tutto l’ambito urbano del Comune di Rimini. Nei giorni 5, 6, 7 e 8 maggio saranno svolti eventi di spettacolo ed espositivi nelle seguenti aree:

– Piazza sull’Acqua, Parco XXV Aprile e parcheggio Tiberio: qui verranno allestite singole aree espositive per le eccellenze del territorio. Sono visitabili le strutture dell’Ospedale da campo e il Campo scuola per giovani. Inoltre è installato il campo di Protezione Civile

– Area Stadio Romeo Neri: qui si svolgeranno eventi istituzionali e sportivi con il pubblico presente sugli spalti della struttura

– Area Piazzale Fellini, Giardini e Lungomare Tintori: qui verrà realizzata la Cittadella militare (parco Fellini) e la zona espositiva degli sponsor e l’area food (area rotonda Federico Fellini e lungomare Tintori).

– Area Piazza Malatesta: qui verrà realizzata la Cittadella storica con una esposizione di mezzi ed attrezzature militari d’epoca. Durante i giorni dell’Adunata sulle pareti esterne del teatro Galli, di Castel Sismondo e sul ledwall del Palazzo del Fulgor saranno proiettate fotografie e filmati relativi ai 150 anni della costituzione del corpo degli Alpini e di 103 anni di costituzione dell’ANA

  • Gli 11 attendamenti e gli hub temporanei dei pullman

Nei giorni dell’evento gli alpini arriveranno in città e si dirigeranno verso le strutture alberghiere e i camping già prenotati e inoltre verranno allestite appositamente campi di accoglienza temporanei in 11 punti della città: Area Parcheggio ex Mercato Ortofrutticolo; Area ex sede ENEL via Destra del Porto; area parcheggio via Chiabrera; Area privata via Siracusa – R. Margherita; Area parcheggio via Marconi (zona Poste); Area campo agricolo via Popilia/via Luigi Zangheri; Area ex fonderia via Sinistra del Porto; Area a verde ex colonia ENEL Marebello; Area parcheggio via Ugo Bassi; Area parcheggio via Fantoni.

Sinora si sono prenotati per raggiungere Rimini circa 400 pullman, la maggior parte dei quali arriverà tra sabato e domenica. Sono stati individuati 4 hub di “scarico dei passeggeri” nelle zone di:

– Rimini nord – hub bus via Italia

– Rimini nord – hub bus terminal Liceo Serpieri Viserba via Sacramora

– Rimini sud – hub bus Fronte Gross Rimini (accesso via Coriano)

– Riccione – hub bus teminal sciola via Parigi

Dopo lo scarico dei passeggeri, i mezzi saranno parcheggiati in aree esterne (Fiera, area esterna ex Industrie Valentini, parcheggio Gross, parcheggio aeroporto Fellini)

La macchina organizzativa – le modifiche della viabilità

Parte della città verrà divisa in due zone: la ‘zona rossa’ e la ‘zona arancione’. In pratica una grande “isola pedonale” sempre più vasta fino alla parata di domenica. Il messaggio lanciato dagli organizzatori è chiaro: “Domenica lasciate a casa l’auto e godetevi l’adunata insieme a noi, a piedi e con i mezzi pubblici”.

L’area Rossa è l’area a mare della ferrovia, da via Destra del Porto a via Catania a Rivazzurra, includendo anche l’area di ammassamento che interesserà le vie: Regina Elena (da Piazzale Gondar a Piazzale Toscanini), Chiabrera (da via Firenze alla rotonda Settembrini/Marradi); Firenze, Mazzoni (da Piazzale Gondar a via Portofino); via Portofino. La zona “rossa” scatterà domenica 8 maggio in occasione della Sfilata degli Alpini (a partire dalle ore 24.00 di sabato 7 fino alle ore 24 di domenica 8 maggio) e sarà interdetta anche alle auto dei residenti ed ai mezzi pubblici, con il divieto di circolazione a tutti i veicoli. All’interno di tale area sarà vietato per la giornata di domenica anche l’accesso di mezzi di approvvigionamento per le attività e i pubblici esercizi presenti ed il transito dei mezzi già stazionanti all’interno di tale area. Con le medesime disposizioni sarà vietata la mobilità con auto e altri mezzi dalle attività alberghiere insistenti all’interno della zona.

L’area arancione è un’area di pre-filtraggio, adiacente alla zona rossa e quindi sopra la ferrovia, che dalla stazione continua includendo via Roma, via Ugo Bassi e via Melucci fino a via dei Martiri, in corrispondenza di via Catania. In quest’area sarà ammessa la mobilità in condizioni di necessità esclusivamente per i residenti. Le zone sono costantemente presidiate dalla Polizia Locale.

Cronoprogramma delle chiusure: per consentire l’allestimento delle strutture necessarie alla manifestazione, sin dal 20 di aprile saranno progressivamente istituiti divieti di sosta e modifiche alla viabilità in varie zone della città interessate:

  • Da mercoledì 20 aprile resterà interdetto alla sosta il Parcheggio di via Fantoni (area Palacongressi di Rimini), seguito dai Parcheggi di via Chiabrera e di via Marconi (zona Poste) a Miramare, che resteranno chiusi da domenica 24 aprile.
  • Dal 26 aprile e per tutto il tempo della manifestazione, sarà completamente interdetto al traffico anche il Lungomare Tintori, dal porto alla rotonda del Grand Hotel. In piazzale Fellini sarà infatti allestito il Villaggio degli Alpini con le aree della grande ristorazione, aperte al pubblico da giovedì 5 a sabato 7 maggio con orario 9.00-24.00, e domenica 8 maggio con orario 9.00-20.00. Qui saranno presenti anche stand commerciali con i Partner dell’Adunata.
  • Da martedì 3 maggio il Parcheggio Tiberio, essendo in un’area di attendamento e di eventi, non sarà accessibile per la sosta fino al giorno 13 maggio
  • Nella giornata del 6 maggio, in occasione della sfilata delle Bandiere di Guerra, le sedi stradali sul percorso che interessa via Silvio Pellico, via Tripoli (fino alla rotonda), via XX Settembre 1821), Arco d’Augusto e il Corso fino Piazza Cavour, verranno interdette temporaneamente al traffico di auto, moto e cicli per il tempo necessario al passaggio della sfilata.

Inoltre, in previsione della sfilata di domenica 8 maggio, in alcune zone della zona rossa verrà istituito il divieto di sosta e saranno possibili eventuali ulteriori chiusure al traffico, già a partire da sabato 7 maggio.

Nella giornata di sabato 7 maggio è prevista la chiusura delle scuole cittadine di ogni ordine e grado.

  • Il piano del trasporto pubblico di Start

In vista della 93a Adunata degli Alpini, dal 5 all’8 maggio prossimi, Start Romagna in accordo col Comune di Rimini sta predisponendo un piano del trasporto pubblico a supporto dei partecipanti e dei loro spostamenti sul territorio.

Il servizio del Metromare, da giovedì 5 a domenica 8, si attiverà con frequenze intensificate ed estensione di orario di servizio.

La linea 4 e la linea 11 saranno potenziate con corse aggiuntive.

La Linea 11 sarà sospesa dalle 24.00 di sabato 7 fino a tutta la giornata di Domenica 8 per consentire lo svolgimento della sfilata.

Il servizio Shuttle Mare sarà sospeso per le giornate del 7 e 8 maggio.

La prossima settimana sarà definito il programma sulla base delle ulteriori informazioni che giungeranno a proposito delle presenze.

> Le attività messe in campo da Hera

Hera precisa che nella giornata di domenica 8 maggio non potranno essere svolti i seguenti servizi ordinari di raccolta porta a porta per utenze domestiche e non domestiche per tutta la zona rossa istituita dalle Autorità:

  • Il servizio di raccolta pannolini per le utenze domestiche previsto per la domenica sarà effettuato di lunedì.
  • Il servizio di raccolta ai negozi della Litoranea è posticipato al lunedì’, per cui è necessario che le attività non espongano il rifiuto.

Per tutte le altre utenze non domestiche che hanno servizi attivi senza esposizione le raccolte saranno recuperate nei giorni successivi.

Per quanto riguarda la zona del centro storico, nelle giornate di giovedì, venerdì e sabato potrebbe non essere possibile svolgere il regolare servizio a causa delle manifestazioni previste nell’area. Si invitano gli utenti a non esporre il rifiuto, in quanto le raccolte saranno recuperate nelle giornate successive.

>Le prenotazioni alberghiere

VisitRimini è l’accommodation partner ufficiale dell’Adunata ed è al lavoro da mesi per garantire la migliore accoglienza ai partecipanti e ai loro accompagnatori. Per offrire un’esperienza turistica completa agli ospiti, la DMC, in collaborazione con il Comune e con gli imprenditori privati locali, ha predisposto l’Alpino Pass. Si tratta di un pacchetto di servizi offerto a chi prenota l’hotel per le vie ufficiali e che comprende: 2 lettini in spiaggia al prezzo di 1 (presso gli stabilimenti convenzionati), ingresso gratuito al Museo della Città e alla Domus del Chirurgo, ingresso scontato ai Parchi: Italia in Miniatura, Oltremare, Acquario di Cattolica. Anche il Museo dell’Aviazione, per l’occasione, offrirà l’ingresso scontato. Nel pacchetto è compresa la Rimini Style Card gratuita, con la quale usufruire di sconti speciali, offerte o omaggi presso 40 attività del territorio riminese in tema di ristorazione, noleggio bici e e-bike, shopping, libri, bellezza e benessere. Il tutto con la garanzia dell’assistenza 7 giorni su 7 da parte degli uffici della DMC. VisitRimini organizza anche le visite guidate alla scoperta della rinnovata offerta culturale della città: al PART, museo d’arte contemporanea e al Fellini Museum, unico museo monografico al mondo dedicato al celebre artista nato a Rimini. Sono disponibili anche le visite guidate alla città, per far conoscere i periodi storici che ne hanno fatto grande la cultura, oltre alle esperienze per conoscerele tradizioni gastronomiche, la vita all’aria aperta e l’entroterra. Infine, la DMC organizza anche le escursioni in giornata alla volta dei tesori d’arte offerti dalla Romagna (per info su visite guidate esperienze ed escursioni: booking@visitrimini.com).

“Al servizio booking di VisitRimini il flusso di richieste procede senza sosta – afferma Valeria Guarisco, destination manager di Visitrimini -. Prevediamo il tutto esaurito negli hotel di Rimini durante l’Adunata e stiamo registrando aperture continue di alberghi, che in un primo momento pensavano di rimanere chiusi. Riteniamo che per l’Adunata sarà aperto il 95% degli hotel di Rimini. Anche riguardo alla scoperta della città, stiamo riscontrando grande interesse da parte dei gruppi che ci contattano. Siamo entusiasti di essere partner di un evento di tale portata, che segna l’avvio della stagione balneare e che regala una ventata di ottimismo a tutti gli operatori della filiera turistica”.

VisitRimini sarà a disposizione durante il periodo dell’Adunata con l’apertura di 4 Uffici IAT: Parco Fellini, Piazza Marvelli, Stazione e Visitor Center per accogliere ed assistere i partecipanti e i loro accompagnatori. È attivo il numero di telefono dedicato 0541/1648069, nonché l’indirizzo email: alpini2022@visitrimini.com