Carla Fracci nel 1964 durante un balletto

L’ omaggio a Carla Fracci: mercoledì 24 novembre, ore 18 (Cinema Tiberio)

Al via oggi, martedì 23 novembre, Amarcort Film Festival 2021. Il festival dedicato ai cortometraggi e nato sotto il segno di Fellini si svolge a Rimini dal 23 al 28 novembre con il concorso, le masterclass, il pitch, gli incontri con gli autori, gli eventi speciali e il premio “Un Felliniano nel Mondo”.

La rassegna si apre martedì 23 novembre alle 19 alla Cineteca di Rimini con la proiezione dei finalisti della sezione Miranda (cortometraggi italiani e stranieri dedicati ai bambini).

Mentre alle 20.30 al Cinema Tiberio sarà proiettata una selezione di cortometraggi finalisti della sezione “Amarcort” (cortometraggi italiani e stranieri appartenenti al genere fiction e documentaristico con durata massima di 30 minuti).

Le proiezioni proseguiranno alla Cineteca di Rimini mercoledì 24 novembre dalle 15 con la proiezione dei finalisti della sezione Amarcort, in contemporanea al Cinema Tiberio proiezione dei finalisti della sezione Cantarel (videoclip musicali).

E alle 16.30, sempre al Cinema Tiberio, la proiezione dei finalisti della sezione MOViE, nuova sezione con cortometraggi dedicati a danza e movimento

OMAGGIO A CARLA FRACCI, UN TALK PER RICORDARE L’UNICA E E VERA GISELLE

Quest’anno Amarcort Film Festival ha scelto di ricordare Carla Fracci, la Signora della danza scomparsa lo scorso maggio, con l’incontro dal titolo “Le mille e una Fracci: da Carolina a Carla, da La Carlina a Giselle”.

Mercoledì 24 novembre al Cinema Tiberio, alle 18, con ingresso gratuito, il festival dedica questo appuntamento per raccontare, attraverso le testimonianze di chi l’ha conosciuta, come era Carla Fracci.

Insieme alla critica di danza Silvia Poletti racconteremo chi era Carla sul palco e del perché nel mondo sia universalmente riconosciuta come l’unica e vera Giselle” – spiega Simona Meriggi direttrice del Festival che ha conosciuto la Fracci sia come danzatrice sia come persona, nel periodo del suo massimo splendore e in una città, Firenze, in cui lei ha vissuto molto.

Nata a Firenze nel 1961 Silvia Poletti, giornalista e docente universitaria si occupa da sempre di critica e giornalismo di danza. Collabora alle pagine culturali del sito www.sole24ore.com e del Corriere della Sera/Corriere Fiorentino e scrive per testate specializzate italiane (Danza & Danza, delteatro.it) e internazionali ( Tanz, Dance International, Danza & Danza International di cui è deputy editor).

In apertura i saluti del direttore generale dello Ior (Istituto oncologico Romagnolo), Fabrizio Miserocchi che presenterà il progetto “A Testa Alta – La chemioterapia fa meno paura grazie ai caschi che salvano i capelli”, campagna di crowdfunding attraverso cui lo IOR si impegna a donare ad alcuni ospedali romagnoli il Paxman Scalp Cooler, casco refrigerante che permette di contrastare l’effetto collaterale più comune della chemioterapia: la caduta dei capelli.

Carla Fracci, sinonimo di danza in Italia, ha lottato per anni contro la malattia ed è morta a causa di un tumore all’età di 84 anni. 

L’edizione 2021 di Amarcort Film Festival vanta la partnership con WeShort, la piattaforma On-Demand Entertainment dedicata al cinema breve. Tutti i filmati finalisti del concorso grazie a questa piattaforma saranno visibili online.