Un momento dell'incontro

Ecco i diversi temi emersi durante il confronto

I vertici di Confartigianato Imprese Rimini hanno incontrato il sindaco di Rimini Jamil Sadegholvaad, affiancato dagli assessori Roberta Frisoni e Juri Magrini, per condividere analisi e attività da svolgere rispetto a tematiche cruciali per il futuro della città e strettamente connesse alle imprese rappresentate da Confartigianato: artigianato, turismo, sport e commercio.

“È stato un confronto utile e costruttivo – il commento di Davide Cupioli, presidente di Confartigianato Imprese Rimini – nel solco dei buoni rapporti che abbiamo instaurato con l’amministrazione sin dal suo insediamento. Ringrazio sindaco e assessori per la disponibilità mostrata e per aver aderito convintamente alla richiesta di proseguire con questa tipologia di incontri”.

Oltre al presidente Cupioli, all’incontro hanno partecipato anche il vicepresidente Andrea Moretti, il segretario generale Gian Luca Capriotti, i segretari zonali, i rappresentanti di categoria e i membri del consiglio direttivo.

A cuore di Confartigianato e Amministrazione comunale, è emerso nel corso dell’incontro, c’è il valore del confronto e della schietta esposizione sulle questioni cittadine, un metodo che nel rispetto delle diverse responsabilità garantisce i migliori risultati a favore della comunità e delle imprese.

L’obiettivo di Confartigianato è di essere quotidianamente al servizio delle aziende, a loro volta interconnesse con le economie legate al turismo, al commercio, artigianato, sport, ecc.

Sono emersi nel confronto diversi temi.

L’amministrazione è impegnata con tante opere pubbliche per migliorare territorio e viabilità ed è stato utile confrontarsi per mettere a punto modalità di rapporto preventivo con le associazioni, utili anche ad attenuare le inevitabili criticità.

Affrontate anche le conseguenti problematiche sulla mobilità, che si riflettono anche sul servizio di trasporto pubblico non di linea (taxi). Si è evidenziato come i disagi, in occasione di grandi eventi e manifestazioni fieristiche, vengano temporaneamente acuiti dai cantieri per la realizzazione delle infrastrutture e dalla straordinaria presenza di automezzi in circolazione, creando problemi anche a tutte le attività imprenditoriali di trasporto di cose o persone.

È stato affrontato il tema delle concessioni demaniali marittime, sui quali il Comune è pronto ad agire con le evidenze in attesa che il Governo prenda una posizione finalmente definitiva.

Il turismo, è stato affermato da Confartigianato, è anche mettere a valore l’artigianato storico, elemento che arricchisce l’esperienza degli ospiti sia in estate che in occasione di meeting e fiere. La proposta è stata quella di creare itinerari turistici che comprendano attività artigianali storiche, creando un circolo virtuoso in grado di generare nuove opportunità per i visitatori e, al contempo, benefici e riconoscimenti per gli artigiani locali.

Connesso al tema, la profonda crisi del commercio e ci si è confrontati su come supportare i centri commerciali naturali, approfondendo varie soluzioni volte a stimolare le eccellenze del territorio a tornare nei centri storici.

Oltre all’aggiornamento sui programmi del Comune per le politiche abitative, l’occasione è stata utile per esporre la situazione di progressivo spopolamento dell’entroterra, con la necessità di agire su collegamenti più efficaci, insieme a politiche per la valorizzazione dei prodotti naturali, delle destinazioni slow food e dei percorsi per lo sport, ma anche di aiutare i giovani agricoltori a mantenere le loro imprese.

Si è parlato, infine, di sicurezza e ordine pubblico, condividendo la preoccupazione per gli episodi riportati dalle cronache, ma anche l’assoluta necessità che il territorio veda l’invio tempestivo di forze dell’ordine da parte del Governo a supporto dell’attività svolta con impegno dalla Polizia Locale.