Andrea Burchi UniCredit

L’operazione, assistita dalla Garanzia Futuro di Sace, include obiettivi di sostenibilità ed è finalizzata a potenziare gli investimenti nell’attività produttiva dell’azienda di Rimini 

Gruppo Società Gas Rimini Spa, holding del Gruppo SGR attivonei settori della distribuzione e commercializzazione di gas ed energia elettrica, prodotta anche da fonti rinnovabili e nel mondo dell’efficienza energetica, ha beneficiato di un finanziamento di 20 milioni di euro concesso da UniCredit. L’operazione ha una durata di 5 anni ed è assistita al 70% da Garanzia Futuro SACE

Si tratta di due linee di finanziamento finalizzate a supportare e dare continuità agli investimenti a sostegno dell’attività svolta dall’azienda sia in Italia (linea da 18,61milioni) che in Bulgaria (linea da 1,39milioni); in particolare per l’estensione, la manutenzione straordinaria, l’innovazione e la digitalizzazione delle reti, per nuovi allacciamenti e installazione di nuovi contatori sostenuti da Adrigas Spa (società del Gruppo SGR) e per completare la realizzazione di un impianto di produzione di biometano da parte della SGR Bio Ferrara.

Il finanziamento prevede il rispetto di due obiettivi Esg, uno legato alla riduzione delle emissioni di CO2 – sia quelle dirette prodotte da fonti di proprietà del Gruppo, sia quelle derivanti dai consumi indiretti del Gruppo –; l’altro relativo all’offsetting (la compensazione) dei consumi di energia elettrica tramite l’acquisto di Garanzie d’Origine (GO) rilasciate dal GSE (Gestore Servizi Energetici) che attestano la provenienza rinnovabile delle fonti utilizzate dagli impianti qualificati. 

UniCredit si impegna a monitorare l’andamento dei risultati ottenuti dall’azienda, riconoscendo una riduzione del tasso di interesse alla verifica del raggiungimento degli obiettivi di miglioramento in ambito ESG prefissati alla stipula del finanziamento. 

Il Gruppo SGR nasce nel 1956 nel territorio riminese come impresa di distribuzione e vendita di gas naturale. Nel corso degli anni si è affermato come una delle multiutility private più importanti a livello nazionale nel mercato della commercializzazione di energia elettrica, gas e di altri prodotti energetici, dei servizi di efficienza e risparmio energetico, e dei servizi ancillari ai mercati dell’energia. Oggi il Gruppo serve oltre 410.000 clienti, impiega più di 800 persone con un fatturato consolidato 2022 di 1,2 miliardi di euro.

Bruno Tani, Amministratore Delegato Gruppo SGR: “Quotidianamente diamo il nostro contributo allo sviluppo sostenibile tramite le nostre soluzioni di efficienza energetica e attraverso la fornitura di energia rinnovabile. Da sempre rispettiamo concretamente i parametri ESG sia per l’Environment che per il Sociale fino alla Governance e l’operazione realizzata con UniCredit è il risultato del nostro approccio di business responsabile, innovativo e sempre condiviso con le comunità in cui operiamo”.

Andrea Burchi,Regional Manager Centro Nord UniCredit, ha commentato:”L’operazione realizzata per il Gruppo SGR è un esempio tangibile del nostro impegno a supportare le aziende italiane nell’esecuzione di concrete strategie ESG. Siamo convinti che costruire un futuro sostenibile costituisca una sfida cruciale e, al contempo, un’opportunità da cogliere per favorire la competitività delle imprese, la loro crescita e il benessere delle comunità. Siamo quindi determinati ad affiancare le realtà produttive del territorio anche in questa complessa fase di transizione, offrendo loro consulenza e soluzioni mirate in grado di accompagnare i loro piani di sviluppo”.

Marco Mercurio, Regional Director Centro Nord di SACE, ha dichiarato: “Come SACE siamo molto orgogliosi di supportare il Gruppo SGR nel proprio percorso di crescita sostenibile. Essere sempre al fianco delle nostre imprese, rafforzandone la competitività in Italia e nel mondo e agevolando la transizione ecologica nazionale. Ecco cosa significa sostenibilità per noi. Una missione che abbiamo rafforzato anche attraverso Garanzia Futuro e che continuerà a rafforzarsi in linea con i pilastri del nostro piano industriale INSIEME2025”.