Fabrizio Vagnini Presidente Confesercenti provinciale (foto di repertorio)

Confesercenti ha incontrato ieri l’assessore al Turismo Mattia Guidi. “Quello sportivo è un volano per allungare la stagione turistica. Controlli sull’abusivismo degli affitti brevi”

Il Presidente di Confesercenti Riccione, Fabrizio Vagnini, e la presidente Assocamping, Monica Saielli, hanno incontrato ieri il nuovo assessore al Turismo di Riccione, Mattia Guidi, nell’ambito dei confronti che quest’ultimo sta tenendo con le Associazioni di categoria del territorio.

“Siamo piacevolmente colpiti dall’iniziativa del nuovo assessore – dichiara Vagnini – è un segno della volontà di condivisione della quale la città ha particolarmente bisogno. Siamo entusiasti di poter collaborare con una persona così dinamica e preparata”.

Durante l’incontro Confesercenti ha sollevato alcune tematiche particolarmente sentite dai propri associati. Prima su tutte la crisi del commercio. “Un tessuto commerciale forte è importante anche per il turismo – continua Vagnini –, e per questo è fondamentale che l’Amministrazione si spenda, attraverso la riqualificazione urbana, gli eventi e contributi diretti, per sostenere gli imprenditori che con coraggio continuano a investire in questo ambito in difficoltà. Dal punto di vista prettamente turistico è poi strategico investire sulle infrastrutture sportive che, con lungimiranza, sono state implementate in città, ma che ora necessitano di migliorie. Quello sportivo è un volano per allungare la stagione turistica e per portare turisti di qualità a Riccione”.

“Quello del turismo all’aria aperta – spiega Monica Saielli, Presidente Assocampeggi – è un settore in grande crescita e che a Riccione vanta la presenza di strutture di grande qualità. Per questo è necessario che ci sia un’adeguata consapevolezza del ruolo strategico che queste strutture giocano per la città, vista la possibilità di attirare un target di clientela che nel passato è stato trascurato. Sono positivamente colpita nel vedere che l’assessore Guidi condivida con noi questa consapevolezza”.

Nel corso dell’incontro si è affrontato anche il tema dell’abusivismo degli affitti brevi, che mette in grande difficoltà i titolari di strutture ricettive e verso il quale sono necessari maggiori controlli da parte dell’Amministrazione.