Il Nuovo sindacato carabinieri si rivolge al Comandante generale del’Arma

“La circolare che prevede la movimentazione del Personale del ruolo forestale è una provocazione che non può essere accettata. Limitare la possibilità di presentare istanza di trasferimento non in base ai requisiti soggettivi – già di per sé alquanto discutibili – ma perfino precludendo coloro che non svolgono servizio in reparto con più di 4 unità è inammissibile. Chiediamo che il Comandante Generale dell’Arma e il Ministro della Difesa intervengano tempestivamente per rimediare a delle penalizzazioni umilianti per i Forestali, che sono comunque dei Carabinieri. Le lacune e le criticità che l’Amministrazione non può o non è interessata a colmare non possono costituire una “pena” per il Personale”. Così il Nuovo sindacato carabinieri.