Il palazzo del Comune (foto di repertorio)

Tra gli interventi il completamento del sistema di mobilità e sosta di Rimini nord per circa 500mila euro   

L’Amministrazione Comunale ha presentato formale proposta per accedere al finanziamento statale già assegnato al Comune di Rimini attraverso il “Fondo per la progettazione di fattibilità delle infrastrutture e degli insediamenti prioritari per lo sviluppo del Paese”, previsto dal DM delle Infrastrutture e della mobilità sostenibile del 19 maggio 2021.   

Il Comune di Rimini risulta beneficiario complessivamente di circa 721mila euro, destinati alla predisposizione di progetti di fattibilità o project review di opere coerenti con le politiche di pianificazione strategica e in attuazione del PNRR per i progetti attinenti mobilità e trasporti. Sulla base degli obiettivi definiti dal Piano Urbano della Mobilità Sostenibile (Pums), l’Amministrazione comunale ha deciso di proporre quattro progetti che comprendono opere infrastrutturali strategiche distribuite sul territorio, dalla zona a monte della Statale 16 alla zona mare.   

Nel dettaglio, l’Amministrazione ha sottoposto al vaglio del ministero il progetto di fattibilità tecnico-economica per il completamento del sistema di mobilità e sosta di Rimini nord. Studi volti in primis ad accompagnare l’intervento di soppressione dei passaggi a livello previsto da Rfi. Il progetto, del valore complessivo di circa 501mila euro, andrà quindi a integrarsi con l’importante programma di riqualificazione urbana e viaria già in fase avanzata nel quadrante nord della città.   

Altrettanto strategico è il progetto per la realizzazione del parcheggio interrato in piazzale Marvelli (100mila euro), tassello fondamentale del Parco del Mare sud in corso di attuazione e della prevista riorganizzazione della sosta a servizio della zona turistica.  

Tra i progetti presentati anche la realizzazione del collegamento ciclabile tra Villaggio San Martino e Ghetto Tombanuova (importo stimato 20.000 euro), che rappresenta il prolungamento del percorso inaugurato nel giugno 2020 e che ha consentito di unire la zona al centro città.   

Alle opere strutturali candidate al finanziamento si affianca infine un progetto legato alla pianificazione, attraverso il potenziamento e aggiornamento del monitoraggio della base dati del PUMS, per un importo stimato pari a 100mila euro