Prevista l’esenzione dell’imposta monofase fino ad un massimo di 35.000 euro. Sconto fino a 7% per l’acquisto di bici elettriche

La transizione ecologica deve essere sostenuta dalle amministrazioni pubbliche, innovando la legislazione e, soprattutto, orientando gli investimenti per incentivare il rinnovamento del parco auto in circolazione, abbandonando progressivamente l’utilizzo dei combustibili fossili. E proprio nel solco di questa transizione si collocano gli incentivi per l’acquisto di veicoli a basso impatto ambientale previsti dall’ultima legge di bilancio della Repubblica di San Marino e validi fino al 31 dicembre 2021. 

In particolare, è stata prevista per tutti i cittadini sammarinesi l’esenzione dell’imposta monofase fino ad un massimo di 35.000 euro per l’acquisto di singolo mezzo rientrante nella categoria di trasporto elettrico, ibrido di ultima generazione o alimentato ad idrogeno. Per cifre superiori resta l’esenzione fino ai 35.000 euro mentre sulla parte eccedente verrà applicata l’aliquota monofase ordinaria. 

Le aziende che acquisteranno questo tipo di veicoli potranno invece richiedere, per la parte eccedente l’importo di 35.000 euro, l’aliquota dell’8% per i veicoli ibridi di ultima generazione (plug-in hybrid) e del 7% per i veicoli alimentati ad idrogeno o puramente elettrici.

Incentivi importanti sono stati previsti anche per l’acquisto di bici elettriche a pedalata assistita. Per quelle comprate ma non prodotte a San Marino, sarà pari al 5% del prezzo di acquisto, accreditato direttamente sulla Smac Card dopo aver presentato all’Ufficio Tributario la relativa fattura d’acquisto o documento equipollente. Questo tipo di incentivo potrà aumentare fino al 7% se le bici oltre ad essere vendute risulteranno essere anche prodotte in Repubblica. 

Stefano Canti (Segretario di Stato per il Territorio e l’Ambiente): “Un passo concreto verso la mobilità del futuro, una responsabilità che dobbiamo assumerci come impegno verso le generazioni future. La Repubblica di San Marino ha così ultimato un ulteriore tassello verso l’uniformità e l’allineamento alle più importanti politiche ambientali previste a livello comunitario e mondiale su questo tipo di temi”.