Una donna fa la spesa al supermercato (foto di repertorio)

Fino ad un massimo di 400euro per famiglia. Le richieste presentate attraverso il sito del Comune

 

Dopo le anticipazioni dei giorni scorsi, ora c’è anche una data. Dalle ore 12 di giovedì 3 dicembre (e fino alle ore 17 di mercoledì 9 dicembre) sarà infatti possibile presentare la domande per richiedere i buoni spesa dedicati ai nuclei familiari in difficoltà. Le domande dovranno, preferibilmente, essere compilate on line, grazie all’apposito form che sarà attivato sul sito del Comune di Rimini, all’indirizzo  https://istanze-ichiarazioni.comune.rimini.it/dist/#!/eseguiIstanzaDinamica/COVID02 oppure telefonando al numero 0541 704969 (tutti i giorni feriali – dalle ore 9 alle 17). Rimini – grazie alle risorse assegnate dal decreto legge 150/2020 – dedicherà 566 mila euro per i buoni spesa, e 300 mila euro per l’acquisto di alimenti  beni di prima necessità. 

”È importante ribadire – ricorda Gloria Lisi, assessore alla protezione sociale del Comune di Rimini – che non verrà seguito un ordine cronologico per l’assegnazione dei buoni spesa. Dico questo per evitare che i cittadini si colleghino tutti in uno stesso momento al portale, o chiamino contemporaneamente i numeri di telefono non appena leggeranno la notizia dell’apertura dell’istruttoria”.  

Definiti anche i requisiti e i criteri necessari per l’assegnazione, eccoli nel dettaglio: 

Requisiti base

Essere residenti nel Comune di Rimini. 

Requisiti economici (tutti tre da possedere) 

1) Reddito lordo ai fini irpef 2019 complessivo del nucleo familiare inferiore a 30.000 € oppure 45.000 € se con due o più figli 

2) Disponibilità finanziarie liquide complessive dei componenti del nucleo al 30 novembre2020: 

◦ inferiore a 2.500 € se il nucleo ha un solo componente 

◦ inferiore a 4.000 € se il nucleo ha più di un componente 

3) Il nucleo familiare NON deve avere avuto entrate effettive (al netto di ritenute fiscali e previdenziali) per redditi rilevanti ai fini irpef nel mese di novembre, di importo superiore a 300 euro moltiplicato per il numero di componenti del nucleo. (ad esempio: 900 € per un nucleo familiare con tre componenti) 

Criteri di formazione della graduatoria 

1) Nessun componente del nucleo ha avuto erogato nel corso del 2020 il Reddito di cittadinanza, o di emergenza, o di solidarietà, o di inclusione, oppure pensione di cittadinanza ….  PUNTI 55 

2) Nessun componente del nucleo ha avuto assegnati buoni spesa dal Comune di Rimini nei mesi di aprile-maggio-giugno 2020 …. PUNTI 20 

3) Nucleo familiare con un solo componente che procura reddito ….. PUNTI 10 

4) Numero di componenti  minori o disabili (con più dell’80% di invalidità). PUNTI 5 PER OGNI MINORE O DISABILE …..FINO AD UN MASSIMO DI 15 PUNTI.  

A parità di punteggio si privilegerà la maggiore anzianità del capofamiglia. 

Criteri per determinazione del buono 

100 € per componente del nucleo effettivamente presente sul territorio, fino ad un massimo di 400 € per nucleo