Oggi pomeriggio attesa per Dacia Maraini. Il programma dei prossimi giorni

Si è inaugurata ieri sera al cinema Fulgor, la prima edizione di C-Movie Film Festival, che si svolgerà a Rimini fino al 23 marzo 2024, manifestazione organizzata da Kitchenfilm con la direzione artistica della regista e distributrice Emanuela Piovano, realizzata con la collaborazione dell’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna e del Comune di Rimini.

L’apertura del festival è stata incentrata sulla proiezione de La città delle donne di Federico Fellini, preceduta da un incontro tra tre autrici che hanno conosciuto e raccontato il regista dentro e fuori dal set: Marina Ceratto, autrice del libro La cartomante di Fellini (Baldini e Castoldi), Sonia Schoonejans, autrice di Federico Fellini. Come nasce la magia (Bacchilega editore) e Rosita Copioli (poetessa, scrittrice). Il maestro è stato inoltre celebrato con una conversazione tra Piera Detassis (Presidente e Direttrice artistica Premi David di Donatello) e Marco Leonetti (Responsabile Cineteca Rimini e Museo Fellini) che racconteranno Fellini e le donne.

Questo pomeriggio, ore 17.30, l’incontro con Dacia Maraini al Fulgor

la giornata di oggi, giovedì 21, sarà dedicata a Dacia Maraini, ospite d’onore della manifestazione, scrittrice tra le più amate del Novecento e da sempre impegnata per i diritti delle donne. All’autrice C-MOVIE dedica un vero e proprio omaggio con un focus che verterà principalmente sulla sua carriera da regista con le proiezioni di alcuni filmati realizzati in Super8 (Trio, Giochi di latte, La bella addormentata nel bosco, Lo scialle azzurro, Mio padre amor mio – copia proveniente dal CSC-Cineteca Nazionale. Inoltre Dacia Maraini racconterà la sua carriera durante un incontro – ore 17.30 cinema Fulgor – con il pubblico in dialogo con Annamaria Licciardello, responsabile della Diffusione Culturale della Cineteca Nazionale, e Macha Meril, protagonista del film L’amore coniugale diretto da Dacia Maraini che sarà proiettato per l’occasione al termine della conversazione (copia proveniente dal CSC-Cineteca Nazionale).

Venerdì 22 il programma continua con i seguenti appuntamenti:

Cineteca Comunale di Rimini (ingresso libero)

ore 10:00 CONVEGNO

PRIME DONNE ALLA SBARRA: CHI HA PAURA DI GIOVANNA D’ARCO?

In occasione dell’anteprima del film SENZA PROVE (TOI NON PLUS TU N’AS RIEN VU) di Béatrice Pollet affrontiamo il tema dei corpi sotto processo, ma anche cosa vuol dire fare un contratto d’attrice ed essere donna nello schermo.

Intervengono: Laurentina Guidotti (Produttrice), Matilde Tortora (Storica del cinema, Scrittrice), Francesca Vettori (Attrice, Direttrice del doppiaggio) e Marina Marino (Avvocata)

ore 15:00 FILM

IL POPOLO DELLE DONNE di Yuri Ancarani (Italia, 2023, 60′)

alla presenza del regista Yuri Ancarani

ore 16:30 FILM

IO, LUI, LEI E L’ASINO di Caroline Vignal (Francia, 2020, 95′) VO SUB ITA

alla presenza della regista Caroline Vignal

ore 18:30 FILM

LA FELLINETTE di Francesca Fabbri Fellini (Italia, 2020, 12′)

alla presenza della regista Francesca Fabbri Fellini (Giornalista, Scrittrice, Regista)

Omaggio a Giulietta Masina nella ricorrenza del 30° anniversario della morte

ore 19:00 FILM

UMANITÀ di Elvira Giallanella (Italia, 1919, 35′)

alla presenza di Sergio Toffetti (Scrittore, Storico del cinema)

Copia proveniente dal CSC-Cineteca Nazionale

ore 21:00 Anteprima Kitchenfilm:

SENZA PROVE (TOI NON PLUS TU N’AS RIEN VU) di Béatrice Pollet (Francia, 2023, 92′) VO SUB ITA

alla presenza della regista Béatrice Pollet

Claire e Sophie hanno studiato insieme e sono entrambe avvocate. Claire è felicemente sposata con Thomas e hanno due figlie ma la loro vita viene sconvolta, quando la polizia trova vicino alla loro casa, un neonato che si ritiene sia di Claire. Sophie costruisce la sua difesa, anche se Claire sostiene di non aver né visto né sentito che era di nuovo incinta, ma come può non essersene accorta? L’essenza della maternità diventa presto Il fulcro del caso.

Cinema Fulgor

ore 22:30 Replica

SENZA PROVE (TOI NON PLUS TU N’AS RIEN VU) di Béatrice Pollet (Francia, 2023, 93′) – VERSIONE DOPPIATA