Volante della Polizia (foto di repertorio)

Raggiunta dei dipendenti dell’esercizio commerciale, ha sferrato manate e graffi sul collo per guadagnarsi di nuovo la fuga

Nel pomeriggio di lunedì, personale della Polizia di Stato di Rimini ha tratto in arresto una ragazza straniera per il reato di tentata rapina impropria.

Nello specifico, verso le ore 15.40 una volante della Polizia di Stato, durante il normale servizio di controllo del territorio, veniva inviata presso un supermercato situato in centro vicino al Mercato Coperto in quanto una ragazza aveva occultato della merce nella sua borsa ed era uscita senza pagare.

In particolare, una dipendente del supermercato aveva notato una donna sospetta aggirarsi tra gli scaffali, che  dopo qualche istante veniva vista afferrare della merce nascondendola all’interno della propria borsa.

Arrivata alle casse, poneva sul rullo solamente una parte della merce ma la cassiera, che si era resa conto dell’accaduto, riferiva di aprire la borsa pagando la merce che era al suo interno; la ragazza con cattiveria e insulti scappava dileguandosi verso l’uscita.

La dipendente, insieme ad altri suoi colleghi, mentre contattavano le forze dell’ordine, rincorrevano la donna che nel frattempo era fuggita, ma una volta raggiunta si divincolava sferrando manate e graffi sul collo per guadagnarsi di nuovo la fuga. Ipoliziotti giungevano in quegli istanti e vedendo la scena raggiungevano la donna, la bloccavano per poi essere accompagnata negli uffici della Questura.

La rea veniva tratta in arresto per il reato di tentata rapina impropria in attesa del rito di direttissima prevista per il giorno 09.07.2024 dove ne veniva convalidato l’arresto.