Dal 1980 Volker, Barbara e Tanja Vogt soggiornano negli hotel che la famiglia Ciapparelli ha gestito nel corso degli anni. “Hanno viaggiato in tutto il mondo ma tornano sempre a Riccione, ogni anno. Amano la spiaggia, il mare, l’atmosfera e l’ambiente della nostra città”

Mercoledì 3 luglio, in piazzale Ceccarini, l’assessore al Turismo, Mattia Guidi, ha consegnato a Volker, Barbara e Tanja Vogt l’attestato di “Ambasciatore di Riccione nel mondo”, un omaggio alla lunga frequentazione e all’affetto dei turisti verso la città. 

Era il 1980 quando la famiglia Vogt venne per la prima volta in vacanza a Riccione da Lubecca, in Germania. Da allora ogni anno, nel mese di luglio, i signori Volker e Barbara insieme alla figlia Tanja sono ospiti per due settimane della famiglia Ciapparelli di Riccione negli hotel che negli anni ha gestito. I Vogt hanno cambiato albergo in questi lunghi anni di vacanze a Riccione, pernottando all’hotel Laila fino al 2011, poi all’hotel Trieste fino al 2021 e dal 2022 all’hotel Abc ma non hanno mai lasciato la famiglia di albergatori Ciapparelli con cui hanno condiviso un’amicizia lunga 44 anni. +

“I Vogt hanno viaggiato in tutto il mondo – ricorda Elisa, figlia dei gestori dell’hotel Abc – ma tornano sempre a Riccione, ogni anno. Mi hanno vista nascere e crescere. Non fanno vita mondana ma amano la spiaggia, il mare, l’atmosfera e l’ambiente della nostra città”.

I signori Vogt sono quei “clienti storici” che hanno visto la città cambiare, che hanno partecipato alla vita degli albergatori con cui hanno condiviso estati indimenticabili, che hanno visto i figli crescere insieme, per cui tornare a Riccione è sempre un po’ come tornare a casa, in quella seconda casa in riva all’Adriatico.