(foto di repertorio)

Il 26enne ha cercato di aggredire anche i carabinieri che sono riusciti comunque a bloccarlo

Uno straniero di 26 anni è stato arrestato dai Carabinieri della Compagnia di Novafeltria poiché gravemente indiziato di rapina e resistenza a Pubblico ufficiale.

In particolare, l’intervento ha avuto luogo a seguito della segnalazione nel primo pomeriggio di qualche giorno fa al numero di emergenza 112 della Centrale Operativa della Compagnia carabinieri di Novafeltria, da parte dei proprietari di un appartamento in Alta Valmarecchia con la quale riferivano di un uomo entrato all’interno del cortile della loro abitazione e che, vistosi scoperto mentre tentava di asportare una bicicletta, al fine di guadagnare la fuga col veicolo scavalcando il muro di recinzione, si scagliava contro uno dei possessori della casa, aggredendolo e procurandogli delle lievi lesioni refertate successivamente dai sanitari dell’Ospedale di Novafeltria.

Recepita la richiesta di aiuto, una pattuglia dell’Arma di Novafeltria, in quel momento in servizio di controllo del territorio, è giunta speditamente sul luogo indicato sorprendendo l’uomo mentre si accingeva a dileguarsi dall’appartamento segnalato. Alla vista dei militari operanti, il giovane però, per guadagnarsi la fuga, ha cercato di aggredire i Carabinieri che  sono comunque riusciti a bloccarlo.

A conclusione dell’attività, l’uomo – domiciliato in Alta Valmarecchia – è stato dichiarato in arresto con le ipotesi di accusa di rapina, resistenza a P.U. e lesioni dolose. Su disposizione del Pubblico Ministero di turno ed al termine delle formalità di rito, l’indagato è stato poi associato presso la Casa Circondariale di Rimini in attesa dell’udienza di convalida.