Nel fine settimana a Riccione la Polizia stradale si è concentrata lungo le strade di collegamento verso i luoghi della movida

Nell’ambito della campagna di controllo delle condizioni psicofisiche dei conducenti alterate dall’uso di sostanze stupefacenti o psicotrope e di alcool, il Servizio Polizia Stradale ha disposto l’attuazione di un servizio straordinario con l’impiego di un laboratorio di analisi mobile. Infatti, in occasione dell’apertura stagionale delle più note discoteche della Riviera, l’attività operativa in argomento è stata disposta con l’impiego di un laboratorio mobile grazie al quale è stato possibile eseguire sul posto le analisi di secondo livello della saliva, avvalendosi della collaborazione di unità mediche.

Le 19 pattuglie, dislocate secondo un meccanismo a reticolo, nella nottata di sabato e in quella domenica, hanno fermato e controllato circa 300 veicoli. 11 conducenti sono risultati positivi alle sostanze psicotrope, 5 si trovavano alla guida in condizioni di ebbrezza alcolica e a carico di altri 7 è stato riscontrato il possesso per uso personale di sostanze stupefacenti. Sono stati effettuati in totale 19 posti di controllo, elevati 46 verbali per le infrazioni sul codice della strada e 4 fermi amministrativi di automezzi.

Complessivamente sono state 17 le patenti ritirate nell’immediatezza.

Si rappresenta che tramite il laboratorio del Tox-test sono stati effettuati complessivamente numero 31 screening dei quali 11 hanno dato esito positivo.

Infine, un taxista abusivo è stato sanzionato nei pressi di una discoteca dove ha accompagnato un gruppo di giovani effettuando un’attività senza la prevista licenza.

Con il solo obiettivo comune di elevare gli standard di sicurezza stradale, i servizi mirati della Polizia Stradale, specialità della Polizia di Stato, proseguiranno per tutta la stagione estiva anche con operazioni congiunte con le altre forze dell’ordine e coordinate dal Centro Operativo della Polizia Stradale per l’Emilia Romagna.