Nei primi quattro mesi del 2044 sono 37mila i messaggi scambiati con gli utenti

Come fare il cambio di residenza o la carta di identità elettronica, come e dove si celebrano i matrimoni, dove trovare informazioni sull’accesso in ZTL, informazioni e contatti dei servizi educativi. Sono questi gli argomenti delle domande più frequenti che gli utenti hanno rivolto al Rimini Chatbot nei primi quattro mesi del 2024.

L’assistente virtuale ‘on line’ del Comune di Rimini ha scambiato con gli utenti un totale di 37mila messaggi, con il 95% delle conversazioni gestite automaticamente, mentre il numero di messaggi risolti con suggerimenti, ovvero a cui il Bot non ha saputo rispondere ma per i quali ha fornito dei suggerimenti, è pari al 3%. Una percentuale di conversazioni che vanno a buon fine sempre maggiore, tenuto conto dell’attività di ‘allenamento’ dell’intelligenza artificiale ad opera del personale dell’Urp e anche dello spazio sempre maggiore di contenuti informativi messi a disposizione dell’algoritmo. In questo modo è possibile interpretare in maniera precisa le richieste dei cittadini e rispondere a un numero sempre maggiore di quesiti degli utenti.

Rimini Chat si conferma sempre più uno strumento che offre un aiuto immediato all’utente, con un’interfaccia semplice da usare, disponibile h24 e sette giorni su sette, che affianca e supporta il cittadino nella ricerca di informazioni relative a tutti i servizi amministrativi offerti sul portale. Attraverso una finestra di chat è possibile conversare con l’assistente digitale sottoponendogli domande e richieste, ottenendo informazioni, assistenza e supporto. Una sorta di Ufficio Relazioni con Pubblico a portata di clic e sempre disponibile, anche negli orari di chiusura degli uffici, a fruizione libera (non richiede nessuna forma di autenticazione) con l’obiettivo di favorire una progressiva riduzione delle richieste di informazioni agli sportelli fisici o attraverso il canale telefonico, valorizzando le possibilità offerte dagli strumenti digitali.

L’assistente digitale è stato progettato seguendo i principi del design conversazionale per garantire al cittadino un’esperienza di interazione il più possibile naturale e intuitiva grazie all’utilizzo dell’Intelligenza Artificiale.

“Rimini Chatbot” è stato scelto fra i servizi digitali più innovativi dal progetto europeo UserCentriCities che ha l’obiettivo di condividere saperi, esperienze e metodologie che permettano di arrivare alla progettazione servizi digitali sempre più a misura di cittadini.