(foto di repertorio)

Un uomo arrestato dalla Polizia di Stato.

Nel tardo pomeriggio di martedì, personale della Polizia di Stato di Rimini ha tratto in arresto un ragazzo italiano per il reato di tentata rapina e resistenza a Pubblico Ufficiale e denunciato per possesso di armi od oggetti atti ad offendere, danneggiamento aggravato, violazione del Dacur (divieto di accesso ai pubblici esercizi) nel territorio di Rimini e lesioni personali. 

Nello specifico, alle 19.00 circa, una volante della Polizia di Stato interveniva in via Castelfidardo, poiché al numero di emergenza 112, era giunta una chiamata da parte del titolare di un’attività ristorativa che riferiva di essere stato aggredito verbalmente e fisicamente da un cliente, il quale gli intimava di consegnargli una pizza ed una birra senza pagare.

Al diniego del titolare, il ragazzo lo colpiva al volto con un pugno ed iniziava a scaraventare a terra sedie e tavoli del locale, mettendo in pericolo anche i clienti presenti in pizzeria. Lo stesso afferrava una bottiglia di vetro da un locale vicino e la scagliava contro la vetrata del locale, danneggiandola, e minacciando i presenti che, nel frattempo, si vedevano costretti a chiudersi all’interno della pizzeria, per mettersi in sicurezza. 

Giunti sul posto, i poliziotti bloccavano il ragazzo che si presentava in evidente stato di agitazione, scagliandosi contro gli agenti. Con non poca fatica, gli agenti riuscivano a contenerlo e ad assicurarlo nell’autovettura di servizio.

Conclusasi l’udienza per direttissima, veniva convalidato l’arresto ed applicata la misura della custodia cautelare in carcere.