La spiaggia con gli ombrelloni (foto di repertorio)

La finalità è quella di procedere a recuperare l’area libera per dotare Rimini sud, in particolare  Marebello e Rivazzurra, di uno spazio verde e per servizi di quartiere di pubblica fruizione

La 3° Commissione Consiliare ha espresso, nella seduta odierna, un parere favorevole alla proposta di variante al piano territoriale e paesaggistico regionale e alla controdeduzione del Comune sull’ex colonia Enel. Un ‘sì’ importante che rappresenta il primo passo formale dell’iter amministrativo che porterà il Consiglio Comunale di Rimini a discutere e ad adottare nelle prossime settimane il nuovo piano dell’arenile. Il disegno della ‘spiaggia che verrà’ aveva cominciato il suo percorso formale ad inizio anno con la pubblicazione degli atti, successivamente sottoposti alla fase delle osservazione, conclusasi ad aprile. 

Nella commissione di stamane si è affrontato un ‘anticipo’ del nuovo piano dell’arenile, riguardante l’area dell’ex colonia Enel, a Marebello. L’edificio, originariamente costruito nel 1950 (dunque non rientra nel corpus delle colonie marine costruite tra anni 20 e anni 30), venne trasformato in struttura alberghiera stagionale negli anni ’70, per poi essere abbandonato negli anni ’80. Da allora quell’area ha subito un evidente degrado, più volte lamentato dai residenti e dalle attività economiche che lì insistono. Adesso l’ex colonia viene messa al centro di una profonda riqualificazione da parte dell’amministrazione comunale, ‘cerniera’ armonizzatrice tra il Parco del Mare e la spiaggia, restituendo quello spazio per decenni inaccessibile alla comunità riminese e ai suoi ospiti. 

Al parere favorevole della Commissione, seguirà ora l’approdo in Consiglio Comunale nei prossimi giorni. Passaggio propedeutico alla deliberazione della variante al PTPR da parte dell’assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna necessario per completare l’iter per l’acquisizione dell’edificio da parte del Comune di Rimini. La finalità è quella di procedere a recuperare l’area libera per dotare Rimini sud, in particolare  Marebello e Rivazzurra, di uno spazio verde e per servizi di quartiere di pubblica fruizione, integrandolo al quadro infrastrutturale del Parco del Mare che a partire da settembre sarà interessato agli interventi di riqualificazione del tratto 7, compreso tra via Siracusa e via Latina. 

L’approccio adottato mira a valorizzare l’area, integrando gli spazi verdi e le strutture di servizio per migliorare la qualità della vita in questa parte della città di Rimini, contribuendo al contempo al rilancio urbano e sociale di Marebello e Rivazzurra. Negli auspici, l’intervento sulla ex colonia Enel dovrà cominciare nel 2025.