Si è conclusa la campagna di raccolta fondi condotta all’interno dei supermercati Conad in favore della prevenzione da tutte le dipendenze

Educare all’indipendenza dalle sostanze per vivere liberi. È stato questo lo spirito che ha animato la grande campagna di raccolta fondi organizzata in 120 supermercati Conad per sostenere WeFree, il progetto della Comunità San Patrignano dedicato alla prevenzione. I clienti dei punti vendita marchio Conad spesa facile, Conad, Conad Superstore e Spazio Conad hanno avuto la possibilità di donare 1 euro in cassa al momento del pagamento della spesa, ricevendo in cambio un gettone per il carrello. Non un gettone qualsiasi però, ma uno biodegradabile, realizzato interamente con una bioplastica a base di fecola di patate.

L’iniziativa è partita a fine marzo ed è durata circa due settimane. La notevole cifra raccolta, pari a 72.000 euro, testimonia quanto il dramma della dipendenza sia profondamente sentito dagli italiani. E, di conseguenza, quanto sia importante fare prevenzione e informare in maniera corretta sul tema. Oggi a San Patrignano si è tenuta la consegna dell’assegno delle donazioni da parte di Conad per finanziare i prossimi progetti dedicati alla prevenzione. Un aiuto concreto per un impegno quanto mai necessario. I numeri di chi fa uso di droga sono purtroppo in crescita, soprattutto tra i più giovani, con la Direzione centrale per i Servizi Antidroga che ha recentemente sottolineato come si sia registrato nel 2022 un aumento di minori denunciati per detenzione di droga, in costante crescita dal 2020 ad oggi, e un più 19,37% rispetto a quelli tratti in arresto.

“La prevenzione è vitale nella battaglia contro la dipendenza da tutte le droghe. Per questo ringraziamo di cuore Conad e tutti i suoi clienti per il sostegno dato. Le donazioni raccolte, una cifra importante che ci riempie di orgoglio per il lavoro fatto, ci consentiranno di raggiungere con le nostre iniziative e attività sempre più persone, giovani soprattutto, che sono sì i più fragili, ma anche i più interessati a questi temi”, ha dichiarato Roberto Bezzi, presidente della cooperativa agricola San Patrignano.

“Si rinnovano l’attenzione di CIA a sostegno del territorio e la collaborazione pluridecennale con una realtà come San Patrignano, che accompagna le nostre attività a conferma di un sodalizio consolidato – commenta Valentino Colantuono, Direttore Operativo CIA Conad – Con questo progetto abbiamo voluto abbinare una valenza di tipo sociale-solidaristica, legata all’impegno di San Patrignano nel contrasto alle dipendenze e in una attività fondamentale di prevenzione, a una di tipo ambientale, con la scelta di un gettone per il carrello innovativo e completamente biodegradabile. Crediamo di aver contribuito così a dare un esempio concreto di come la sostenibilità, per noi, abbia a che fare sia con le relazioni umane che con un uso attento delle risorse e un basso impatto sull’ambiente, con ciò confermando un impegno che da anni ci caratterizza come insegna”.