Sirene blu della Polizia (foto di repertorio)

Nonostante gli fosse già stata comminata un’espulsione, l’egiziano si era trattenuto illegalmente ed aveva anche continuato a delinquere

La Questura ha espulso uno straniero di nazionalità egiziana con accompagnamento immediato alla frontiera del suo Paese. L’ufficio immigrazione ha organizzato la scorta dello straniero (con precedenti penali e di polizia in materia di stupefacenti, possesso di oggetti atti ad offendere, invasione di terreni e lesioni) con rimpatrio in Egitto dopo che lo stesso risultava inottemperante alle precedenti espulsioni. Nonostante gli fosse già stata comminata un’espulsione l’egiziano si era trattenuto illegalmente ed aveva anche continuato a delinquere fino all’ultima volta in cui è stato prelevato dopo il processo e rimpatriato immediatamente.

Lo straniero è stato arrestato per resistenza, oltraggio a pubblico ufficiale e percosse nel pomeriggio dello scorso 1° Maggio dai Carabinieri del Comando di Rimini, poiché, in evidente stato di alterazione psicofisica, dopo aver inveito e spintonato una dipendente procurandole graffi sul braccio, assumeva comportamenti molesti all’interno ed esterno di un ristorante anche nei confronti dei clienti del locale. Durante le fasi di controllo, rifiutava di fornire le proprie generalità ed assumeva un atteggiamento violento e minaccioso nei confronti degli operatori intervenuti.