Edifici pubblici e privati, strade e fontane: tutti illuminati di rosa e uniti fino a venerdì nel grande abbraccio della città alla carovana della prestigiosa corsa a tappe

Prima illuminazione in rosa della città di Riccione che attende con trepidazione l’arrivo della 107esima edizione del Giro d’Italia: ieri sera, a partire dall’ora del tramonto, tantissimi luoghi sono stati accesi con il colore simbolo del ciclismo, a scandire l’inizio della settimana che il 17 maggio porterà a Riccione una delle corse a tappe più prestigiose al mondo.

Dalle 20 fino alle 3 del mattino il centro si è illuminato con le sfumature rosa di viale Ceccarini, della fontana del Bosco della pioggia, dei giochi d’acqua che da piazzale Roma accompagnano la passeggiata fino al porto, cui si sono aggiunte le facciate delle ville in stile liberty – Villa Mussolini, Villa Lodi Fè, Villa Franceschi – il Palazzo del Turismo e il Palazzo dei Congressi, e nella zona più a nord la suggestiva fontana del lungomare Goethe. Anche le strade si sono illuminate di rosa, nelle rotonde in prossimità di viale Da Verrazzano e sulla Statale Adriatica in prossimità dell’ospedale (viale Frosinone) e di viale Formia.

L’invito dell’assessore al Turismo Mattia Guidi ad accogliere il Giro illuminando di rosa imprese e attività è stato accolto con entusiasmo e nel rispetto delle esigenze organizzative di ciascuna struttura: il più grande scivolo di Aquafan, M280, visibile interamente dall’autostrada e dal casello di Riccione, la piramide della discoteca Cocoricò (accesa ieri sera e anche dal 13 maggio fino al 17 maggio), il ristorante Mammamia, il Grand Hotel e tanti altri, l’hotel Corallo che dall’11 maggio illuminerà le palme a bordo piscina e dal 14 maggio anche le palme esterne. Altri edifici si stanno attivando per illuminare di rosa le proprie facciate e rendere ancora più magica l’atmosfera serale.

L’assessore Guidi: “Grande orgoglio di tutta la città”

“È un grande orgoglio vedere come tanti imprenditori e tante realtà private si siano uniti al Comune in questa grande accensione rosa”, commenta l’assessore  Guidi, “assieme, pubblico e privato, possono fare la differenza. Il Giro d’Italia ci ha permesso, ancora una volta, di farci vedere uniti con l’unico obiettivo, di rendere più bella Riccione e di comunicarla e promuoverla assieme nel modo più pop ed efficace possibile”.