La vittima ha raggiunto la ragazza che poco prima le aveva rubato la borsa per le notifiche che indicavano tentavi di pagamento inun’attività commerciale

La Polizia di Stato di Rimini ha denunciato in stato di libertà una ragazza italiana per il furto aggravato.

Nello specifico, all’una circa di mercoledì scorso, due volanti della Polizia di Stato sono intervenute in via Regina Margherita, poiché al 112era giunta una chiamata nella quale la richiedente riferiva di aver riconosciuto l’ autrice del furto della sua borsa, accaduto qualche ora prima.

Giuni sul posto, gli agenti individuavano la giovane la quale riferiva ai poliziotti  che mentre cercava di parcheggiare le si avvicinava una donna che si offriva  di aiutarla a posteggiare. Nonostante il suo rifiuto, questa ragazza  si infilava nella sua auto, prelevava la sua borsa posizionata sul cruscotto ed immediatamente cambiava veicolo, salendo su un auto “complice”, allontanandosi in direzione Riccione.

Poco dopo alla giovane a cui era stata sottratta la borsa, giungevano delle notifiche sul cellulare che indicavano tentavi di pagamento, presso un’ attività commerciale. Pagamenti falliti, perché la ragazza aveva prontamente bloccato la carta bancomat. La stessa, si recava immediatamente nel luogo dove risultavano i tentativi di pagamento e riconosceva la ragazza che poco prima le aveva asportato la borsa. 

In considerazione dei fatti accaduti ed a seguito del riconoscimento della giovane come l’ autrice del furto, la stessa veniva denunciati in stato di libertà per il reato sopra indicato.