Due persone sono entrate nell’abitacolo a bordo del quale c’erano tre ragazzi e hanno messo a segno il colpo prima di dileguarsi

Nelle prime ore del mattino di domenica, personale della Polizia di Stato di Rimini ha denunciato in stato di libertà un cittadino straniero per rapina impropria in concorso.

Nello specifico, alle ore 04:45 circa, due volanti della Polizia di Stato sono intervenute in via Regina Margherita, poiché al 112 era giunta una chiamata nella quale i richiedenti riferivano di aver subito una rapina ad opera di due donne. 

Giunti sul posto, gli agenti individuavano i tre ragazzi che avevano chiamato la Polizia e questi ultimi riferivano che mentre erano a bordo della loro autovettura, si avvicinavano due persone che aprivano gli sportelli anteriori dell’auto. Una delle due si sedeva sulle gambe di chi era alla guida, l’altra parlava col passeggero e lo “palpeggiava”.

Improvvisamente la donna seduta sulle gambe del giovane, gli strappava dal collo la catenina in oro, lo spintonava e chiudeva lo sportello del veicolo dandosi alla fuga. L’ altra, invece, fuggiva a bordo di un’autovettura facendo perdere, anche lei, le proprie tracce.

I poliziotti acquisite le informazioni e le descrizioni si mettevano alla ricerca di queste due donne, rintracciandone una dopo una ventina di minuti, scoprendo, inoltre, che si trattava di un transessuale. Quest’ultimo veniva riconosciuto immediatamente dai ragazzi come la persona che poco prima aveva strappato la catenina in oro.

In considerazione dei fatti accaduti, l’uomo veniva denunciato in stato di libertà per il reato sopra indicato.