La stagione balneare prolungata fino alla terza settimana di settembre. Ecco i contenuti definiti dalla nuova ordinanza balneare

Una spiaggia plastic-smoke free, accessibile anche dopo il tramonto, illuminata fino all’alba. Servizi e opportunità contenuti nella nuova ordinanza balneare del Comune di Rimini, definita dal tavolo tecnico convocato nei giorni scorsi dall’Amministrazione Comunale e che contiene le disposizioni per la stagione ormai alle porte. Misure orientate a potenziare i servizi a favore dei bagnanti per vivere la spiaggia nel pieno delle sue potenzialità, con un’attenzione particolare alla sostenibilità e alla valorizzazione ambientale.

La prima e principale novità riguarda la durata della stagione: si parte giovedì 25 maggio per arrivare a domenica 22 settembre, comprendendo quindi anche la terza settimana del mese. Una scelta dettata dalla necessità di rispondere ad un clima che tende in linea generale a offrire temperature sempre più elevate e che, anche in considerazione dei diversi appuntamenti di richiamo, attira di anno in anno un numero crescente di turisti e bagnanti sulle spiagge.

In spiaggia almeno fino alle 22, luci dal tramonto all’alba

In continuità con gli anni passati, anche l’ordinanza balneare 2024 conferma orari prolungati per vivere gli spazi all’aperto anche dopo il calar del sole. Dal 25 maggio e fino al 22 settembre dovrà essere garantita ai clienti la possibilità di restare in spiaggia e utilizzare i servizi almeno fino alle ore 22. Resta invece vietato l’accesso in spiaggia tra l’1 e le 5 del mattino.

Per incrementare la sicurezza delle strutture balneari e la fruibilità delle spiagge, i concessionari dovranno installare impianti per l’illuminazione, con le luci che dovranno restare accese dal tramonto all’alba, negli stessi orari previsti per l’illuminazione pubblica.  Gli operatori potranno inoltre installare impianti per la videosorveglianza, previo conseguimento di tutte le autorizzazioni necessarie.

Delivery direttamente in spiaggia

Nell’ottica di favorire l’ampliamento dei servizi, anche per la stagione 2024 è confermata la possibilità del delivery sull’arenile per i pubblici esercizi, ristoranti, laboratori artigianali, che potranno quindi consegnare cibo su ordinazione direttamente in spiaggia.

Stop alla plastica

Da anni Rimini ha scelto di intraprendere un percorso per azzerare l’uso della plastica monouso sulle spiagge. E’ quindi vietata la vendita e la distribuzione di bevande in bicchieri e con cannucce di plastica usa e getta (compreso il servizio delivery). Si potranno invece utilizzare bicchieri di carta e di materiale compostabile monouso o di materiale plastico lavabile in lavastoviglie e riutilizzabile.

Da sei anni Rimini spiaggia smoke-free

Per la sesta stagione consecutiva, Rimini conferma la scelta di presentarsi come spiaggia smoke free, prevedendo il divieto di fumare sulla battigia. Un provvedimento introdotto per la prima volta nel 2019 intercettando la sempre più elevata attenzione da parte dei bagnanti al benessere e alla salute e che allo stesso tempo contribuisce al decoro ambientale, riducendo la presenza di mozziconi sulla battigia.   

Gli spazi: 15 metri quadrati per ogni ombrellone

L’ordinanza del Comune di Rimini fissa a 15 metri quadrati il limite minimo di ombreggio da garantire sia per la zona nord sia per la zona sud. Parametri che confermano Rimini come spiaggia in grado di offrire ampi spazi a disposizione di chi frequenta gli stabilimenti, andando oltre quanto previsto dall’ordinanza regionale (che stabilisce una superficie minima ad ombrellone di 12 mq). Prevista come per gli anni passati la deroga specifica per il tratto compreso tra gli stabilimenti 99 e 130 di Rimini sud, caratterizzato da una fascia di arenile più corta e da un’alta incidenza di hotel e quindi di turisti, dove la superficie di ombreggio è fissata a 12 metri quadrati.

Al mare con gli amici a quattro zampe

Confermata anche la possibilità del bagno in mare per i cani, opportunità che sarà però disciplinata da un’ordinanza ad hoc di prossima pubblicazione. Saranno però confermate le modalità previste lo scorso anno: sarà consentito esclusivamente negli orari prestabiliti (al mattino, dalle 6 alle 8, e di sera, dalle 18.40 alle 21). I proprietari devono garantire con la propria presenza la sorveglianza dell’animale. L’area di mare destinata alla balneazione dei cani, antistante lo stabilimento balneare che già dispone di aree attrezzate per la loro accoglienza, deve essere delimitata da boe e adeguatamente segnalata.

Il servizio di salvamento garantito fino al 22 settembre dalle 9.30 alle 18.30

Tra le novità per la stagione 2024, gli orari di servizio di salvamento che sarà garantito tutti i giorni nel periodo dal 25 maggio al 22 settembre, dalle ore 9.30 alle ore 18.30. In linea con le disposizioni contenute nell’ordinanza della Regione Emilia Romagna, nell’ipotesi di servizio collettivo di salvamento (cioè gestito unitariamente per più stabilimenti e con un piano organico che preveda almeno tre torrette di salvamento contigue) è consentito che dalle ore 12.30 alle ore 14.30 il salvamento sia svolto a torrette alternate, purché almeno in una postazione su due consecutive.