Alcune centinaia di contrassegni riferiti a persone che risultano decedute non sono stati restituiti come previsto dalla normativa

Nelle scorse settimane l’Amministrazione comunale ha provveduto ad un incrocio dei dati relativamente ai permessi riservati alla sosta per persone con disabilità. Dal controllo dei database sono risultate alcune centinaia di contrassegni riferiti a persone che risultano decedute e per i quali i famigliari non hanno provveduto alla restituzione come previsto.

Sulla base di queste informazioni, nei prossimi giorni l’Amministrazione comunale invierà alle famiglie interessate una lettera con la quale si comunicherà la revoca d’ufficio dell’autorizzazione in virtù delle verifiche effettuate, indicando al contempo tutti i riferimenti e i contatti utili per segnalare eventuali errori rispetto ai dati in possesso dell’Ente.